Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Requisiti Naspi e licenziamento del dipendente precedentemente dimesso da altro lavoro

20 Novembre 2017 | di Luca Furfaro

Naspi

Un dipendente, che ha lavorato oltre due anni a tempo pieno ed indeterminato presso un datore di lavoro, si dimette e viene assunto da altra società, che poi lo licenzia. Al lavoratore viene riconosciuta la Naspi per tutto il periodo maturato negli ultimi quattro anni di lavoro oppure le dimissioni volontarie fanno perdere il diritto ad usufruire del trattamento per il periodo di lavoro precedente, che maturerà solo in base al numero di settimane lavorate con il nuovo datore di lavoro? Nel primo caso, chi paga il contributo Naspi per tutto il periodo, visto che in caso di dimissioni il primo datore di lavoro è esonerato dal versamento di tale contributo? Infine, se questo lavoratore diventasse socio di una cooperativa in sussistenza di Naspi, è tenuto a comunicare la sospensione della stessa all'INPS o tale carica non si configura come lavoro dipendente e, quindi, non determina la sospensione del trattamento?

Leggi dopo

Unione civile e presunzione di gratuità

16 Novembre 2017 | di Luca Furfaro

Lavoro dipendente e subordinazione

Più volte è stato oggetto di approfondimenti il rapporto di lavoro dipendente per il coniuge e per i familiari. Spesso è stato richiamato il cosiddetto principio di gratuità attraverso il quale l'istituto tende a non riconoscere la subordinazione per i familiari del titolare. Tale principio, che "diffida" dal rapporto di lavoro subordinato, vige anche per le unioni civili?

Leggi dopo

Sciopero e allattamento

15 Novembre 2017 | di Luca Furfaro

Permessi e aspettative

Ad una dipendente in allattamento, che si assenta per sciopero per il resto della giornata, devono essere riconosciute le due ore di permesso per allattamento?

Leggi dopo

Il “vecchio” regime fiscale dei cd. “nuovi minimi”: cause di uscita dal regime e redditi rientranti nello stesso

15 Novembre 2017 | di Stefano Pasetto

Partita IVA

Si chiede se, nel caso in cui un contribuente minimo abbia acceso la partita IVA nel 2014 e sottoscriva l’anno successivo un contratto come dipendente presso un’azienda privata con mansione che, come verificato, non crea incompatibilità con l’attività di professionista/autonomo, il soggetto in questione rimanga nel regime agevolato oppure no. In quali casi vi è la fuoriuscita dal regime e quali sono i limiti dei ricavi? Viene considerato il cumulo dei redditi da autonomo e dipendente o vanno considerati solo i ricavi da autonomo come condizione necessaria per rimanere nel regime agevolato?

Leggi dopo

Straordinario forfettizzato e registrazione nel LUL

13 Novembre 2017 | di Luca Furfaro

LUL

È stato concordato, con un lavoratore, un importo a titolo di straordinario forfettizzato: ai fini della trascrizione nella giornaliera del libro unico del lavoro devono essere registrate le ore di straordinario effettuate?

Leggi dopo

Assegni familiari arretrati: procedura per il recupero

09 Novembre 2017 | di Luca Furfaro

Assegni familiari

Una dipendente, assunta a settembre 2011 e diventata mamma a novembre 2013, ha ottenuto dall'INPS l'autorizzazione agli assegni solamente nell’ottobre del 2017. Purtroppo l'azienda ha solo questa dipendente e non ha la possibilità di anticipare la somma (€ 5.700,00), né di utilizzare il credito scaturente. Esiste un codice e/o una procedura che possa indicare in busta l'importo spettante (anche senza erogazione) e che possa, per il tramite dell'Emens, comunicare all'INPS quanto spetta alla dipendente (benché non erogato), affinché questa possa richiedere le somme vantate a titolo di assegni arretrati per il tramite dei patronati e/o direttamente agli sportelli INPS?

Leggi dopo

Trasformazione tipologia apprendistato e durata del contratto

08 Novembre 2017 | di Luca Furfaro

Apprendistato

Per conto di una ditta che applica il CCNL Metalmeccanica Artigianato devo provvedere ad una trasformazione, da apprendistato per la qualifica ad apprendistato professionalizzante, per un lavoratore che ha da pochi giorni conseguito tale qualifica. Trattandosi del profilo di un operaio, riparatore meccanico, qual è la durata effettiva da applicare, considerato che il ragazzo è ora in possesso di un diploma professionale ed è stato assunto 9 mesi fa per completare la formazione e raggiungere il titolo con l’apprendistato di primo livello? In caso di riduzione semestrale della durata del contratto, devo ridurre anche le 80 ore annue di formazione?

Leggi dopo

Congedo per matrimonio all'estero

06 Novembre 2017 | di Luca Furfaro

Permessi e aspettative

Nel caso di un matrimonio contratto all'estero da un dipendente di azienda italiana, l'azienda e l'INPS sono tenuti al riconoscimento del congedo matrimoniale?

Leggi dopo

Assunzione del lavoratore residente in Francia: adempimenti

02 Novembre 2017 | di Luca Furfaro

Stranieri

Può una azienda italiana assumere a tempo determinato un dipendente francese che continuerà a mantenere la propria residenza in Francia? Qualora sia possibile, come si gestiscono gli adempimenti fiscali, contributivi ed assicurativi?

Leggi dopo

Contratto con termine mobile: proroghe e limiti

30 Ottobre 2017 | di Luca Furfaro

Lavoro a tempo determinato

Nel limite delle 5 proroghe nei 36 mesi, previsto per i contratti a tempo determinato a norma dell’art. 21 del D.Lgs. n. 81/2015, rientra anche la fattispecie del contratto con un termine elastico o mobile che subisce un allungamento in relazione al protrarsi della ragione che aveva dato luogo al contratto (es. contratto stipulato per la sostituzione di un lavoratore assente per malattia o maternità obbligatoria)?

Leggi dopo

Pagine