Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

CCNL Industria Metalmeccanica e part-time minimo

18 Aprile 2017 | di Luca Furfaro

Voucher

Dopo l'abolizione dei voucher, che tipo di contratto può stipulare una s.r.l. del settore Industria Metalmeccanica con una persona di servizio che deve pulire un ufficio per 3/4 ore alla settimana? Il contratto part-time ha un orario minimo? Si può applicare il contratto a chiamata?

Leggi dopo

Otd agricoltura e proroghe

13 Aprile 2017 | di Luca Furfaro

Lavoratori agricoli

I contratti a tempo determinato stipulati in agricoltura risultano esclusi dall’applicazione dell’art. 29, co. 1, lett. b del D.Lgs. n. 81/2015 e, pertanto, si rimanda la loro applicazione alla contrattazione collettiva. Nel settore agricolo, in base a quanto disposto dalla contrattazione collettiva, l'assunzione di operai può avvenire con contratto di lavoro a termine: a) per l'esecuzione di lavori di breve durata, stagionali o a carattere saltuario, o per fase lavorativa, o per la sostituzione di operai assenti per i quali sussista il diritto alla conservazione del posto; b) per l'esecuzione di più lavori stagionali e/o per più fasi lavorative nell'anno, con garanzia di occupazione minima superiore a 100 giornate annue, nell'arco di 12 mesi dalla data di assunzione; c) per l'impiego di durata superiore a 180 giornate di effettivo lavoro, da svolgersi nell'ambito di un unico rapporto continuativo. In base a quanto esposto sopra, si richiede se sia possibile l’istituto della proroga per i contratti a tempo determinato in agricoltura e, in caso di risposta affermativa, quante proroghe possono essere effettuate.

Leggi dopo

CCNL terziario e maternità anticipata

12 Aprile 2017 | di Luca Furfaro

Maternità

La dipendente di un’azienda dove si producono e vendono gelati (CCNL terziario), commessa con orario di 16 ore alla settimana, è in gravidanza al 3° mese. Per il tipo di lavorazione, è a rischio? Che cosa deve fare il datore di lavoro per tutelarsi? Qual è la prassi per richiedere eventualmente la maternità anticipata, in quanto a rischio? Oppure, quali documenti deve avere il datore di lavoro per decidere se continuare a farla lavorare o se farla stare a casa? Come viene pagata in caso di maternità anticipata?

Leggi dopo

Costituzione cooperativa di facchinaggio

10 Aprile 2017 | di Luca Furfaro

Socio lavoratore

In caso di costituzione di una cooperativa di facchinaggio per gestire il trasporto e lo smistamento, tramite appalto, di materiale cartaceo per un cartiera presso i punti vendita autorizzati, quale contratto CCNL va applicato? I soci devono essere soci lavoratori o possono svolgere un ruolo da lavoratore autonomo? È necessario iscriversi a qualche fondo per costituire una società di questo tipo? Se sì, quali sono i fondi?

Leggi dopo

Videosorveglianza e autorizzazioni

06 Aprile 2017 | di Luca Furfaro

Videosorveglianza

In caso di aziende con meno di 15 dipendenti, ove non sono presenti RSA/RSU, è sufficiente sottoscrivere accordi aziendali per la videosorveglianza con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative sul territorio nazionale e poi inviare tramite PEC l’accordo alla ITL competente o è necessario acquisire preventivamente l’autorizzazione da parte della ITL? Se bisogna acquisire prima l’autorizzazione, come deve comportarsi l’azienda che ha già sottoscritto l’accordo con il sindacato maggiormente rappresentativo?

Leggi dopo

Cooperative sociali con attività agricola

05 Aprile 2017 | di Luca Furfaro

CCNL

Ai fini di un corretto inquadramento dei lavoratori e, onde evitare ripercussioni da parte degli Enti (INPS, INAIL, ecc.) in caso di richiesta di agevolazioni, una cooperativa sociale di tipo B - che svolge attività agricole finalizzate all’inserimento di persone svantaggiate (disabili, ecc.) - può applicare il CCNL Cooperative Sociali in luogo del CCNL Agricoltura (OTD, OTI, Impiegati)?

Leggi dopo

Agevolazione sud e lavoro autonomo

03 Aprile 2017 | di Luca Furfaro

Assunzioni agevolate

Posso usufruire dell’agevolazione Sud Italia per assumere una ragazza che ha chiuso l’attività a gennaio 2017? Rientra nel requisito “privi di impiego da almeno sei mesi”?

Leggi dopo

Maternità gemellare e mancata concessione del doppio congedo

30 Marzo 2017 | di Luca Furfaro

Maternità

Un lavoratore del settore edile richiede il congedo parentale per i due figli gemelli, al di sotto dei tre anni, per un periodo di 6 + 6 mesi, seguendo tutta la procedura prevista (con la comunicazione preventiva al datore di lavoro nei 15 giorni antecedenti e la domanda telematica all'INPS). Durante l'intero anno l'azienda paga al lavoratore il 30% a carico INPS. Dopo un anno dalla domanda, l'INPS comunica al datore di lavoro ed al lavoratore che l'indennità per congedo parentale non è dovuta perché richiesta per un periodo superiore a quanto previsto dalla normativa (6 mesi) e chiede all'azienda di recuperare l'importo erogato e posto a conguaglio. Premesso che la normativa prevede che in caso di parti plurimi il periodo valga per singolo figlio, si chiede se, a prescindere dall'indennità INPS, il datore deve comunque riconoscere il periodo di congedo parentale al lavoratore e, quindi, considerare il rapporto di lavoro sospeso fino alla scadenza dello stesso? In caso contrario, come va trattato il suddetto periodo? Si deve versare la contribuzione integrativa edile delle 40 ore settimanali?

Leggi dopo

Indennizzabilità della malattia oltre i 180 giorni

29 Marzo 2017 | di Luca Furfaro

Malattia

Un operaio del settore Chimica-industria nell'anno 2016 (dal 12/01/2016) ha accumulato diversi periodi di malattia: 19 gg a gennaio, 31 a marzo, 11 ad aprile, 73 da aprile a luglio, 13 a settembre, 19 ad ottobre, 44 da novembre a dicembre. L'INPS dal 17/11 non integra più, avendo completato i 180 gg di calendario nell'anno; la nostra integrazione invece, trattandosi di un operaio con più di 6 anni di anzianità, dovrebbe prevedere 5 mesi al 100% e ulteriori 7 al 50% (suppongo si debba tener conto del periodo nell'arco dei 36 mesi). Da gennaio 2017 ricomincia a corrispondere l’INPS, con integrazione al 50%?

Leggi dopo

Conciliazione e tutele crescenti

27 Marzo 2017 | di Luca Furfaro

Rinunce, transazione e conciliazione

Per un’azienda con 5 dipendenti, ma che offre una somma a titolo di conciliazione secondo quanto previsto dall'art. 6 del D.Lgs. n. 23/2015, è necessario effettuare conciliazione a norma dell’art. 2113 c.c. oppure è sufficiente consegnare l'assegno circolare?

Leggi dopo

Pagine