Quesiti Operativi

Quesiti Operativi su Colf e badanti

Contribuzione CCNL "Colf e badanti"

19 Dicembre 2018 | di Luca Furfaro

Colf e badanti

Come si calcolano i contributi di un contratto di 30 ore settimanali con un badante convivente di livello C super, tenendo conto che l’art. 16, co. 1 CCNL colf e badanti fa riferimento ad un orario massimo di 54 ore, senza menzionare un orario minimo?

Leggi dopo

Scatti di anzianità nel contratto di lavoro domestico

19 Novembre 2018 | di Luca Furfaro

Colf e badanti

Come devono essere rivalutati gli scatti di anzianità già maturati da una lavoratrice al momento della variazione del proprio contratto di lavoro domestico (da non convivente con 25 ore settimanali a convivente con 54 ore settimanali)?

Leggi dopo

Lavoro domestico, ancora possibile il pagamento in contanti

25 Luglio 2018 | di Luca Furfaro

Colf e badanti

La Legge di Bilancio 2018, a partire dal 1° luglio 2018, prevede il divieto di pagare in contanti i dipendenti/collaboratori. Tuttavia, esso non è previsto per gli addetti a servizi familiari e domestici. L’art. 1, al comma 912, stabilisce inoltre che “la firma apposta dal lavoratore sulla busta paga non costituisce prova dell'avvenuto pagamento della retribuzione". I lavoratori domestici, dunque, possono essere pagati in contanti? La firma non costituisce prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione?

Leggi dopo

Tutore del disabile e assunzione lavoratore domestico

11 Dicembre 2017 | di Luca Furfaro

Colf e badanti

Se per un disabile non in grado di intendere e volere, di cui è stato nominato un tutore esterno, nasce l'esigenza di assumere un badante, a nome di chi deve essere aperto il rapporto di lavoro con l'INPS? Il datore di lavoro è il tutore o il disabile?

Leggi dopo

CCNL domestici: lavoro notturno e variazioni di orario

27 Novembre 2017 | di Luca Furfaro

Colf e badanti

È possibile richiedere una prestazione diurna ad un lavoratore domestico assunto per l'assistenza ad una persona in orario notturno?

Leggi dopo

Comunicazioni telematiche e lavoratori domestici

06 Luglio 2017 | di Luca Furfaro

Colf e badanti

In qualità di intermediario telematico, posso trasmettere la comunicazione di assunzione di una colf per un privato?

Leggi dopo

Chiusura rapporto lavoratrice domestica

01 Giugno 2017 | di Luca Furfaro

Colf e badanti

Chiusura rapporto lavoratrice domestica; predisposizione ultimo MAV di chiusura rapporto per il pagamento dei contributi. Come si calcolano i contributi sulle ferie non fruite a chiusura del rapporto?

Leggi dopo

Congedo facoltativo della lavoratrice domestica

09 Marzo 2017 | di Luca Furfaro

Colf e badanti

Una colf ad ore regolarmente assunta, a partire dal 1 agosto 2016, consegna un certificato medico per malattia del figlio minore, di età superiore ai 3 anni ed inferiore agli 8. Il datore di lavoro deve retribuire questi giorni di assenza o deve limitarsi a pagare i soli contributi o, ancora, nulla di tutto ciò? Pare che ai collaboratori domestici non si applichi la disciplina dei congedi parentali, ma il CCNL di categoria prevede l’applicazione anche alle colf della disciplina generale. Quale disciplina prevale?

Leggi dopo

Lavoratore domestico e festività

22 Febbraio 2017 | di Luca Furfaro

Colf e badanti

Una lavoratrice domestica ad ore (16 ore a settimana) presta la propria attività per 4 ore in una giornata festiva (ad esempio il 1° novembre); la retribuzione per tale giornata viene ragguagliata ad 1/6 dell'orario settimanale, più il pagamento delle ore effettivamente lavorate maggiorate del 60%. Ai fini contributivi vanno considerate solo le ore effettivamente lavorate (cioè 4 ore) oppure anche le ore pagate per la festività (quelle pari ad 1/6 dell'orario settimanale, nel nostro caso 2,66)? Quindi, al monte ore contributivo del mese verranno aggiunte solo 4 ore oppure 4 più 2,66 per un totale di 6,66 (arrotondato a 7 ore)?

Leggi dopo

Sull'orario del lavoro domestico

12 Dicembre 2016 | di Luca Furfaro

Colf e badanti

Nel caso di lavoratrice domestica non convivente, 16 ore a settimana, assistente a persona non autosufficiente (non formata), è possibile suddividere le 4 ore giornaliere di prestazione lavorativa tra mattina e pomeriggio per venire incontro alle esigenze dell'assistita (ad esempio 09.00 - 11.00 e 17.00 - 19.00)?

Leggi dopo

Pagine