News

News

Per il Ministero del Lavoro anche il genitore vedovo ha il diritto di rifiutare la prestazione

01 Luglio 2014

Lavoro notturno

A parere del Dicastero, il diritto di rifiutare la prestazione di lavoro notturno riconosciuto al/la lavoratore/lavoratrice che sia unico genitore affidatario di figlio convivente di età inferiore a dodici anni deve essere interpretato come comprensivo anche del genitore vedovo.

Leggi dopo

Imprese agricole nel primo biennio di attività: nuove precisazioni sulla riduzione contributiva

01 Luglio 2014

Contributi previdenziali

L’INAIL, richiamando i recenti chiarimenti di prassi, illustra la fruizione del servizio on line “Modulo riduzione agricoli (legge 147/2013 primo biennio)” per la presentazione delle istanze di riduzione dei contributi dovuti per l'assicurazione di lavoratori agricoli autonomi e dipendenti di imprese nel primo biennio di attività.

Leggi dopo

I contributi del de cuius non sempre spettano all’ascendente

30 Giugno 2014

Pensioni di reversibilità

Non può essere erogata la pensione di reversibilità all’ascendente del contribuente nel caso in cui questi risulti dotato di mezzi propri di sussistenza sufficienti a fronteggiare le primarie esigenze di vita.

Leggi dopo

Incentivi alle assunzioni di beneficiari ASpI, emanate la disposizioni operative

30 Giugno 2014

AspI

Con la Circolare n. 81 del 27 giugno 2014, l'INPS illustra le modalità operative cui le aziende agricole dovranno attenersi per la fruizione degli incentivi alle assunzioni di lavoratori che godono di indennità AspI, di cui all'art. 7, co. 5, lett. b), D.L. n. 76/2013. Gli incentivi consistono nella concessione di un contributo mensile pari alla metà dell'indennità mensile residua che sarebbe stata corrisposta al lavoratore.

Leggi dopo

Fisioterapisti, con l’iscrizione all’albo nessuna presunzione di falsa partita IVA

30 Giugno 2014

Lavoro autonomo

Il Ministero del Lavoro, con l’Interpello n. 16/2014, specifica che i professionisti iscritti all’Albo, al pari dei soggetti che svolgono professioni ordinistiche, non rientrano nel novero delle “false partite IVA”: possono correttamente svolgere la loro attività con le modalità proprie degli autonomi, senza che vi siano i presupposti della presunzione di lavoro parasubordinato.

Leggi dopo

Benefici per il reimpiego di lavoratori licenziati, pubblicata la graduatoria delle istanze accolte

30 Giugno 2014

Cassetto Previdenziale Aziendale

Con Messaggio n. 5658/2014 l’INPS comunica che è stata pubblicata la graduatoria delle istanze accolte relative ai benefici per il reimpiego di lavoratori licenziati. Vengono, inoltre, illustrati gli adempimenti prescritti per i datori di lavoro e per le Sedi.

Leggi dopo

Il punto dell’INPS per il settore agricolo

30 Giugno 2014

Versamenti volontari

La Circolare n. 82, pubblicata il 27 giugno, riepiloga le modalità di calcolo, relative all’anno 2014, dei contributi volontari delle varie categorie di lavoratori agricoli, differenziate in base alla tipologia e alla gestione di appartenenza dei prosecutori volontari.

Leggi dopo

ENPAM, certificazione di regolarità contributiva

27 Giugno 2014

Previdenza complementare

Il Ministero del Lavoro, con Interpello n. 15 di ieri, fornisce chiarimenti in merito alla certificazione di regolarità contributiva per le società operanti in regime di accreditamento con il S.S.N. e alla trasmissione dei dati necessari alla verifica del corretto adempimento degli obblighi previdenziali.

Leggi dopo

Lavoro all'estero e autorizzazione preventiva: il punto del Ministero

27 Giugno 2014

Assunzioni

Nell'Interpello n. 13 pubblicato il ieri, il MinLav chiarisce che, in ipotesi di istanza d'autorizzazione dei datori di lavoro che intendano assumere o trasferire all’estero un lavoratore italiano, la necessità di produrre la documentazione sussiste in entrambe le ipotesi.

Leggi dopo

Docenti, l’indennità integrativa è compresa nello stipendio

27 Giugno 2014

Retribuzione

Le indennità integrative speciali per le ore di insegnamento eccedenti le 18 settimanali si considerano assorbite nella voce stipendio tabellare, a partire dal 1° gennaio 2003, ovvero dall’entrata in vigore della nuova regolamentazione collettiva. E’ stato così deciso dalla Corte di Cassazione nella sentenza n. 14484, depositata il 25 giugno 2014.

Leggi dopo

Pagine