News

News su Licenziamento individuale

GMO: legittima la soppressione del posto con ripartizione dei compiti

10 Ottobre 2016 | di La Redazione

Licenziamento individuale

La Cassazione, con sentenza n. 19185/2016, ritiene legittimo il licenziamento per GMO a fronte della decisione organizzativa del datore di lavoro di sopprimere una posizione di lavoro, ripartendo le mansioni di un dipendente tra gli altri lavoratori.

Leggi dopo

Licenziamento per GMO di personale fungibile e criteri di scelta

05 Agosto 2016 | di La Redazione

Licenziamento individuale

La Cassazione, con sentenza n. 14021/2016, si è pronunciata in merito ai criteri di scelta e alla tutela applicabile, in un caso che prende il via dal licenziamento per giustificato motivo oggettivo di personale in condizione di fungibilità di mansioni, per avvenuta terziarizzazione del servizio di trasporto su strada.

Leggi dopo

Rissa nel luogo di lavoro: legittimo il licenziamento?

17 Febbraio 2016 | di La Redazione

Licenziamento individuale

Licenziato per giusta causa a norma dell’art. 48, lett. B) CCNL per i dipendenti delle Imprese di Telecomunicazioni per rissa nel luogo di lavoro all’interno dei reparti operativi, il dipendente di una nota azienda televisiva chiedeva fosse dichiarata l’illegittimità del recesso intimatogli.

Leggi dopo

Tutele crescenti per gli autoferrotranvieri

29 Settembre 2015 | di La Redazione

Ministero del Lavoro, Interpello 24 settembre 2015, n. 24.pdf

Licenziamento individuale

L’Interpello n. 24/2015 del Ministero del Lavoro chiarisce che le tutele accordate in caso di licenziamento illegittimo dei lavoratori autoferrotranvieri devono seguire la disciplina di carattere generale contenuta nell’art. 18 St.Lav. e nel D.Lgs. n. 23/2015 secondo il rispettivo ambito applicativo e di decorrenza.

Leggi dopo

Tutele crescenti e licenziamento per possesso dei requisiti pensionistici

10 Aprile 2015 | di La Redazione

Licenziamento individuale

L’approfondimento della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, diffuso ieri, propone una riflessione sull’ambito soggettivo dell’art. 24, D.L. n. 201/2011 in materia di prosecuzione dell’attività lavorativa anche oltre i requisiti per la pensione, alla luce della disciplina introdotta dal Jobs Act.

Leggi dopo

Condizioni fisiche incompatibili col lavoro, ma compatibili con lo sport

13 Gennaio 2015

Licenziamento individuale

Il lavoratore, adibito a mansioni ridotte in ragione delle condizioni di salute, svolgeva un’attività sportiva incompatibile con le proprie condizioni fisiche, rischiandone l’aggravamento. Legittimo il licenziamento: per la Cassazione (sent. n. 144/2015) l’obbligo di fedeltà è da integrarsi con quelli di correttezza e buona fede applicabili anche ai comportamenti extralavorativi.

Leggi dopo

La tutela reale anche per le organizzazioni sindacali se con attività imprenditoriale

02 Gennaio 2015

Licenziamento individuale

La suprema corte di cassazione afferma, con sentenza n.27228 del 22 dicembre 2014, che la tutela reale è applicabile anche alle organizzazioni sindacali qualora se ne accerti una struttura imprenditoriale. Nella sentenza si afferma che l’esclusione dall’applicabilità della tutela reale prevista dall’art. 4 della legge 11 maggio 1990, n. 108 per le c.d. organizzazioni di tendenza, richiede l’accertamento che il datore di lavoro non sia un imprenditore, e quindi non vi sia una struttura imprenditoriale.

Leggi dopo

Primo decreto attuativo Jobs Act

29 Dicembre 2014

Governo_JobsAct_20141224.pdf

Licenziamento individuale

Il Governo ha presentato, nella giornata del 24 dicembre 2014, il primo decreto attuativo riferito alla legge delega sul Jobs Act. Il decreto è intitolato “Schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183” , il decreto introducendo le c.d. tutele crescenti modifica la storica disciplina della tutela reale.

Leggi dopo

Furto del dipendente: non rileva la modesta entità patrimoniale se il rapporto di fiducia è incrinato

19 Settembre 2014

Licenziamento individuale

Con la sentenza n. 19684 del 18 settembre la Suprema Corte, in coerenza con orientamenti espressi nel passato, ribadisce come l’atto fraudolento e premeditato del dipendente sia sintomatico della inaffidabilità ed idoneo, quindi, a incidere in maniera irreversibile sull’elemento fiduciario con l'azienda.

Leggi dopo

Assenze a “macchia di leopardo” e scarso rendimento: provvedimento legittimo

08 Settembre 2014

Licenziamento individuale

Legittimo il licenziamento per giustificato motivo oggettivo nei confronti di un lavoratore ripetutamente assente per malattia e solito unire le assenze ai giorni di riposo, tanto da fornire una prestazione inadeguata e insufficiente a livello produttivo. Così la Cassazione nella sentenza n. 18678/2014.

Leggi dopo

Pagine