Focus

Focus

Smart working: lo stato dell’arte

24 Novembre 2016 | di Daniele Bonaddio

Welfare aziendale

Il 3 novembre 2016 il Senato ha approvato il DDL n. 2233, recante “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi di lavoro subordinato”. Al Capo II del testo normativo s’inserisce il concetto di “smart working” (o “lavoro agile” nella versione italiana) che consiste in una nuova tipologia contrattuale, a tutti gli effetti rientrante nella sfera del lavoro subordinato finalizzata a promuovere ed incentivare forme flessibili di lavoro incrementando la produttività del lavoro stesso e favorendo la conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro. Con il presente contributo si vuole fornire un quadro d’insieme delle caratteristiche tipiche che i datori di lavoro devono tenere in considerazione per l’instaurazione di un rapporto di lavoro di tipo agile, già utilizzabile in alcune realtà aziendali.

Leggi dopo

Tutela del lavoro dei minori

22 Novembre 2016 | di Mario Cassaro

Lavoro dei minori

La disciplina del lavoro dei minorenni è sempre stata oggetto di particolare attenzione, sia a livello nazionale che internazionale, in considerazione della speciale condizione dei soggetti coinvolti e per gli indiscutibili aspetti pratici che, se erroneamente valutati, espongono i datori di lavoro a conseguenze di natura anche penale. Nell'approfondimento si fornisce uno sguardo di insieme analizzando la normativa, gli aspetti peculiari della disciplina, le limitazioni a cui sono sottoposti i datori di lavoro ed i profili sanzionatori.

Leggi dopo

La Legge Europea 2015-2016 tra cambio appalto e trasferimento d’azienda

18 Novembre 2016 | di Amedeo Tea

Appalto

Con l’entrata in vigore della L. 7 luglio 2016, n. 122, recante “Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione Europea - Legge Europea 2015-2016" viene ritoccato il co. 3 dell’art. 29 D. Lgs. n. 276/2003 (c.d. “Decreto Biagi”) in materia di cambio appalto allineando la disciplina, da una parte, alle sollecitazioni europee ma, dall’altra, innescando un “vulnus” interpretativo, intriso di una notevole ambiguità operativa, che potrebbe presto sfociare in contenziosi (gius)lavoristici importanti.

Leggi dopo

La tutela della sicurezza del lavoratore in previsione dei disastri naturali

17 Novembre 2016 | di Enrico De Luca, Luciano Vella

Sicurezza sul lavoro

Oggi più che mai il tema della tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro ha assunto una centralità senza precedenti. I recenti fatti di cronaca, in particolare, hanno spinto l’attenzione verso i meccanismi della prevenzione. Tale contributo vuole focalizzare l’attenzione sulle normative di riferimento, presentando le modalità e gli strumenti previsti nel nostro ordinamento al fine di ridurre al minimo le conseguenze di un evento calamitoso. A tal proposito, l’indagine partirà dall’Europa, per poi giungere in Italia, mostrando peculiarità e nodi critici del sistema nostrano.

Leggi dopo

Alternanza scuola lavoro: gli aspetti pratici

15 Novembre 2016 | di Luca Furfaro

Youth Guarantee

L’alternanza scuola - lavoro prende forma dalla modifica normativa sulla buona scuola ed è volta ad avvicinare il mondo dell’istruzione a quello aziendale. L’incremento delle forme di apprendimento “on the job” è alla base di tutte le strategie occupazionali europee. La diffusione di forme di apprendimento basato sul lavoro di alta qualità è uno dei pilastri della strategia “Europa 2020” per una crescita intelligente, sostenibile, inclusiva.

Leggi dopo

Omesso versamento dei contributi: anche il modello DM10 è prova di reato

09 Novembre 2016 | di Federico Gavioli

Cass. Pen.

Uniemens

In materia di omesso versamento delle ritenute previdenziali ed assistenziali operate dal datore di lavoro, secondo l’orientamento della giurisprudenza di legittimità, l’onere incombente sul pubblico ministero di dimostrare l’avvenuta corresponsione delle retribuzioni ai lavoratori dipendenti è assolto con la produzione del modello DM10. La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 42715 del 10 ottobre 2016, ha affermato che il passaggio dalla forma cartacea al regime telematico Uniemens non comporta delle modifiche a tale valore probatorio dei modelli DM10.

Leggi dopo

I controlli a distanza alla luce delle modifiche apportate dal Correttivo Jobs Act

08 Novembre 2016 | di Elvira Sessa

Videosorveglianza

Si ripercorre sinteticamente la disciplina sui controlli a distanza dei lavoratori di cui all'art. 4 della L. n. 300/1970, oggetto dapprima di significative modifiche ad opera del Jobs Act (art. 23, D.Lgs. n. 151/2015), poi ulteriormente riformata a seguito dell'entrata in vigore del cd. Correttivo Jobs Act.

Leggi dopo

Dimissioni on-line: le novità dopo il decreto correttivo

04 Novembre 2016 | di Daniele Bonaddio

Dimissioni

Il Decreto correttivo al Jobs Act (D.Lgs. n. 185/2016), entrato in vigore l’8 ottobre scorso, ha modificato l’assetto normativo di numerosi istituti disciplinati dal Jobs Act (L. n. 183/2014), tra i quali quello delle dimissioni on-line che tanto ha fatto discutere gli operatori del settore per la sua procedura tutt’altro che semplicistica. La scelta operata dal Legislatore va nel senso di ampliare i soggetti abilitati all’invio telematico delle dimissioni dei lavoratori dipendenti privati, includendo tra questi anche i Consulenti del Lavoro. Alla luce della novella, appare necessario un attento riepilogo della disciplina contenuta all’art. 26 del D.Lgs. n. 151/2015, al fine di assistere al meglio le pratiche dei lavoratori che intendono dimettersi.

Leggi dopo

L'illecito amministrativo di indebita percezione di erogazioni a danno dello stato

28 Ottobre 2016 | di Iunio Valerio Romano

Contributi previdenziali

Con nota 11/10/2016 prot. n. 18746, la Direzione generale per l'attività ispettiva presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali è tornata a pronunciarsi con riguardo alla fattispecie illecita di cui all'art. 316-ter, commi 1 e 2, c.p. (cfr. nota prot. n. 3674 del 24/02/2016 Mlps), chiarendo che, in ossequio al più recente orientamento giurisprudenziale, considerata la natura istantanea della stessa, l'indebita fruizione di conguagli contributivi si perfeziona mensilmente e, pertanto, ai fini del corretto inquadramento dell'illecito (penale o amministrativo), si dovrà tenere conto non della somma totale indebitamente percepita nel corso di più mensilità, ma di quella mensilmente conguagliata dal trasgressore, operando in tal senso l'istituto del cd. cumulo materiale.

Leggi dopo

Le principali novità introdotte dal nuovo Codice Deontologico dei Consulenti del lavoro

25 Ottobre 2016 | di Amedeo Tea

Consulenti del Lavoro

Il 27 settembre 2016 è entrato in vigore il nuovo Codice Deontologico dei Consulenti del Lavoro, approvato dal Consiglio Nazionale dell'Ordine il 29 luglio 2016, le cui principali modifiche introdotte si inseriscono nel prisma dei recenti interventi di riforma delle professioni liberali, continuando per l'introduzione delle società tra professionisti sino a giungere alle più recenti disposizioni sulla formazione continua obbligatoria. Pur non “sconvolgendo” l'impianto originario, le implementazioni apportate costituiscono necessario spunto di approfondimento e confronto sui diversi aspetti dell'attività professionale al fine “di tutelare l'affidamento della clientela, assicurare il decoro e la dignità professionale e il rispetto della legalità”.

Leggi dopo

Pagine