Focus

Focus

Tutte le novità del Decreto IRPEF

28 Aprile 2014 | di Federico Gavioli

Busta paga

Con il D.L. n. 66/2014 il Governo ha adottato una serie di provvedimenti tra i quali la riduzione del “cuneo fiscale”. L'obiettivo è quello di stimolare l’economia attraverso un aumento dei consumi e la creazione di un ambiente economico più favorevole agli imprenditori e agli investimenti produttivi. L'impatto potenziale dei due interventi combinati, in favore di lavoratori dipendenti ed imprese, dovrebbe, nelle intenzioni dell'Esecutivo, invertire la crisi di fiducia che frena il sistema economico del Paese e cambiare il verso della fase economica che viene da una lunga recessione. Dal bonus IRPEF di 80 euro per i lavoratori dipendenti alle novità in materia di IRAP, dal rafforzamento delle misure di contrasto all’evasione fiscale all'aumento della tassazione sulle rendite finanziarie.

Leggi dopo

Iscrizione INPS anche per gli enti di gestione in house

24 Aprile 2014 | di Martina Tonetti

Contributi previdenziali

Vige anche per le società con partecipazione maggioritaria di enti locali, che gestiscono servizi pubblici in house, l’obbligo di corresponsione dei c.d. contributi minori (malattia, maternità, assegni familiari, TFR e CUAF).

Leggi dopo

Nuove misure per la tutela dei minori nell’ambiente di lavoro e privacy del lavoratore

23 Aprile 2014 | di Elisa Mapelli

Youth Guarantee

E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 68 del 22 marzo 2014, il D.Lgs. n. 39 del 4 marzo 2014, attuativo della Direttiva Comunitaria 2011/93 e finalizzato alla lotta contro lo sfruttamento minorile. In particolare, a seguito dell’entrata in vigore del provvedimento, i datori che intendono impiegare al lavoro una persona per lo svolgimento di attività comportanti contatti diretti e regolari con minori, devono chiedere il certificato penale del casellario giudiziale, al fine di verificare l’assenza di condanne per reati relativi all’abuso, sfruttamento sessuale di minori ed alla pedopornografia.

Leggi dopo

Criteri di calcolo della pensione: no alla retroattività

15 Aprile 2014 | di Giulia Milizia

Pensioni estere

Alcuni lavoratori ex transfrontalieri lamentavano l’errata applicazione retroattiva della L. n. 296/06 ed i contrasti della giurisprudenza: era inopponibile perché approvata nelle more dei loro giudizi di adeguamento pensionistico. La CEDU, decidendo il merito e rinviando ad un altro processo per il risarcimento, ha dichiarato violati gli artt. 6 §.1 e 1 protocollo 1 CEDU. Ottima la ricca bibliografia delle fonti in calce alla decisione.

Leggi dopo

Licenziamento più difficile se il disabile si aggrava

11 Aprile 2014 | di Martina Tonetti

Licenziamento individuale

Il licenziamento del disabile, assunto in base alla normativa sul collocamento obbligatorio, segue la disciplina generale solo quando è motivato da giusta causa e giustificato motivo; ove, invece, sia determinato dall'aggravamento della disabilità, è legittimo — ai sensi dell'art. 10, co. 3, L. n. 68/1999 — solo in presenza della perdita totale della capacità lavorativa, oppure di una situazione di pericolo per la salute e l'incolumità degli altri lavoratori o per la sicurezza degli impianti.

Leggi dopo

Jobs act al debutto

28 Marzo 2014 | di Maria Rosa Gheido, Alfredo Casotti

Lavoro dipendente e subordinazione

Il D.L. 20 marzo 2014, n. 34, recante disposizioni urgenti per favorire il rilancio dell'occupazione e per semplificare gli adempimenti a carico delle imprese, dovrebbe costituire l’anticipazione di un più articolato e complesso intervento sulle regole che disciplinano il mercato del lavoro, rimandato al disegno di legge delega preannunciato nel Consiglio dei Ministri del 12 marzo 2014.

Leggi dopo

L'indennità dei trasfertisti e l'indennità di trasferta non sono uguali... e scontano contribuzioni diverse

07 Marzo 2014 | di Roberto Dulio

Viaggi e trasferte

La trasferta determina uno spostamento temporaneo e occasionale del luogo di lavoro contrattualmente stabilito; si differenzia dalla prestazione dei cosiddetti trasfertisti, i quali, pur con riferimento ad una sede fissa di lavoro, debbono rendere la propria prestazione lavorativa normalmente fuori dalla sede stessa. La diversa natura e funzione dei due istituti e delle correlate indennità, giustifica il diverso trattamento ai fini contributivi.

Leggi dopo

È sempre dovuto il preavviso alla lavoratrice che si dimette nell’anno di età del bambino

04 Marzo 2014 | di Mario Scofferi

Dimissioni

L’art. 55 del Testo Unico Maternità, nell’attribuire alla lavoratrice dimissionaria il diritto alle indennità previste per le ipotesi di licenziamento, non richiede altra condizione che la volontarietà del recesso comunicato nel periodo in cui opera il divieto di licenziamento, escludendo quindi la necessità (e la stessa possibilità) di verificare i motivi che l’hanno indotta a tale decisione.

Leggi dopo

Destinazione Italia: Novità in ambito lavoro

03 Marzo 2014 | di Marco Proietti

Ispezioni

Negli ultimi anni il problema del mercato del lavoro sta divenendo sempre di più un “nodo” difficile da sciogliere, ed il Legislatore sta cercando di adoperarsi con tutte le proprie risorse per aiutare le imprese ad uscire la crisi e rilanciare l’attività produttiva e commerciale del nostro paese. In questa direzione si inserisce dunque il Decreto n. 145/2013 denominato “Destinazione Italia” che contiene una serie di provvedimenti a carattere squisitamente economico e, tra gli aspetti che rilevano maggiormente in materia di diritto del lavoro, ci sono quelli per la salvaguardia dell’occupazione in imprese sotto fallimento o concordato preventivo cosi come di estremo interesse il provvedimento per la lotta al lavoro sommerso con duro inasprimento delle sanzioni amministrative.

Leggi dopo

L’attività svolta all’estero dall’avvocato è efficace ai fini contributivi

27 Febbraio 2014 | di Giuseppe Marino

Lavoro autonomo

La legge richiede l’autenticità della situazione sottesa all’iscrizione alla Cassa (ossia l’esercizio della professione) e non la percezione di un reddito professionale minimo ai fini dell’Irpef o l’esistenza di un minimo volume d’affari ai fini dell’IVA.

Leggi dopo

Pagine