Focus

Focus

Lavoro e legislazione sociale: revisione del regime sanzionatorio

20 Ottobre 2015 | di Iunio Valerio Romano

Ispezioni

L’art. 22 del D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 151, rispondendo ai principi e ai criteri direttivi di cui alla delega contenuta nell’art. 1, comma 5, della L. n. 183/2014, tra i quali la revisione del regime delle sanzioni, tenendo conto dell’eventuale natura formale della violazione, in modo da favorire l’immediata eliminazione della condotta illecita, nonché la valorizzazione degli istituti premiali, contiene le disposizioni di modifica di alcune previsioni sanzionatorie in materia di lavoro e legislazione sociale, in linea, appunto, con il cd. principio della gradazione. Tali disposizioni riguardano, in particolar modo, il regime sanzionatorio applicato in caso di lavoro sommerso, di omessa o infedele registrazione sul Libro unico del lavoro, di omessa corresponsione degli assegni familiari e di irregolarità afferenti al prospetto di paga.

Leggi dopo

Dove andranno i sopravvissuti alla “Fornero”? Possibili scenari

16 Ottobre 2015 | di Eugenio Condoleo

Pensioni

Il peso dell'Irpef e delle imposte territoriali che gravano su redditi da pensione, così come gli effetti della legge Fornero, ha spinto numerosi pensionati italiani a migrare all'estero per vedere valorizzato il proprio trattamento pensionistico e dare continuità ad uno stile di vita dignitoso.

Leggi dopo

Tempo di spostamento domicilio-clienti: riflessioni e prospettive dopo la sentenza della Corte UE

13 Ottobre 2015 | di Amedeo Tea

Orario di lavoro

Con la sentenza della Corte Europea del 10 settembre 2015 si assume contezza di taluni aspetti dell’organizzazione del lavoro (re)interpretati alla luce dell’art. 2 della direttiva 2003/88/Ce. Invero, l’occasione è data dalla controversia fra la Federacion de Servicios Privados del sindicato Comisiones obreras (CC.OO.), da una parte, e la Tyco Integrated Security SL e la Tyco Integrated Fire & Security Corporation Servicios SA dall’altra, circa il rifiuto di considerare “orario di lavoro” il tempo di spostamento domicilio-clienti, ovvero il tempo che i loro dipendenti impiegano per recarsi quotidianamente dal loro domicilio ai luoghi in cui si trovano il primo e l’ultimo cliente indicati dal datore di lavoro.

Leggi dopo

Sgravi contributivi triennali: contrasto a comportamenti elusivi

09 Ottobre 2015 | di Federico Gavioli

Assunzioni

In merito all’utilizzo dell’esonero contributivo in caso di assunzioni a tempo indeterminato previsto dalla legge di Stabilità 2015, il Ministro del Lavoro, con una risposta ad un interrogazione parlamentare, ha comunicato che sarà posta la massima attenzione alle azioni elusive che si stanno verificando, relative ad un uso improprio dell’agevolazione con particolare riferimento al settore degli appalti pubblici: in caso di verifiche, fermo restando l’accertamento dell’omissione contributiva, il personale ispettivo provvederà a redigere informativa di reato.

Leggi dopo

Il nuovo ispettorato del lavoro e la revisione del regime sanzionatorio

06 Ottobre 2015 | di Iunio Valerio Romano

Ispezioni

Il D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 149, approvato a seguito di delega conferita dall’art. 1, comma 7, lett. l) della L. n. 183/2014, reca norme volte alla razionalizzazione e alla semplificazione dell’attività ispettiva, prevedendo una serie di misure di coordinamento, nonché l’istituzione dell’Ispettorato nazionale del lavoro, sul modello delle Agenzie enucleato dall’art. 8 del D.Lgs. n. 300/1999, che diviene l’unica struttura integrata dei servizi ispettivi del Ministero del lavoro, dell’Inps e dell’Inail. Nell’ambito della razionalizzazione e semplificazione delle procedure a carico dei cittadini, il D.Lgs. n. 151/2015, ha, inoltre, revisionato il regime sanzionatorio.

Leggi dopo

Nuove norme procedurali su dimissioni e risoluzione consensuale

02 Ottobre 2015 | di Marco Sartori

Dimissioni

Il Decreto Legislativo 14 settembre 2015 n. 151, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 settembre 2015, interviene, tra l’altro, sulla disciplina dei requisiti procedurali che devono essere osservati in caso di dimissioni volontarie e di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro. La nuova norma è l’ultimo tassello di un lungo percorso del Legislatore che, allo scopo di introdurre meccanismi di contrasto al fenomeno delle cd. dimissioni in bianco, aveva già elaborato in passato meccanismi protettivi diretti a salvaguardare l’effettiva genuinità della manifestazione di volontà del lavoratore di interrompere il rapporto di lavoro.

Leggi dopo

Stagionalità e lavoro a termine, tra limiti di legge e soluzioni offerte dalla contrattazione collettiva

29 Settembre 2015 | di Mario Cassaro

Lavoro a tempo determinato

In un contesto operativo che mostra evidenti difficoltà di contemperare le istanze dei lavoratori con le esigenze dei datori di lavoro, il lavoro stagionale rappresenta spesso la prima esperienza lavorativa per i giovani e un'opportunità, per le aziende, di soddisfare incrementi temporanei dell'attività lavorativa. Di seguito saranno analizzati questi aspetti, con particolare riguardo alla differenza tra attività stagionale intrinseca di taluni tipi di aziende ed un concetto di stagionalità più ampio, ripercorrendo le principali fonti normative per soffermarsi, infine, sulle fonti contrattuali che disciplinano la materia nei settori Turismo e Terziario.

Leggi dopo

Il "nuovo" contratto di apprendistato

21 Settembre 2015 | di Daniele Bonaddio

Apprendistato

Il D.Lgs. n. 81/2015, entrato in vigore lo scorso 25 giugno, ha apportato diverse modifiche volte a riordinare i contratti di lavoro oggi vigenti al fine di renderli maggiormente compatibili e coerenti con le attuali esigenze del contesto occupazionale e produttivo. In questo scenario, particolare attenzione è stata dedicata al contratto d’apprendistato, il quale abroga in toto il T.U. approvato col D.Lgs. n. 167/2011, salvo il regime transitorio previsto per le Regioni e Province autonome nonché per i settori in cui la disciplina prevista dal nuovo Decreto non sia immediatamente operativa. Pertanto scopo del presente approfondimento è quello di analizzare nel dettaglio le principali novità che hanno interessato l’istituto, fornendo al contempo uno spunto di riflessione sui maggiori punti di criticità e di interesse della norma che, a parare di chi scrive, poco incide in termini di semplificazione ma soprattutto di “sburocratizzazione”, a dispetto dell’intenzione del Legislatore delegato.

Leggi dopo

Riforma della pubblica amministrazione: novità per la dirigenza e i dipendenti pubblici

15 Settembre 2015 | di Federico Gavioli

Lavoro pubblico

La legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche contiene prevalentemente deleghe legislative da esercitare in gran parte nei dodici mesi successivi all'approvazione della legge, volte a riorganizzare l'amministrazione statale e la dirigenza pubblica; proseguire e migliorare l'opera di digitalizzazione della p.a.; riordinare gli strumenti di semplificazione dei procedimenti amministrativi; elaborare testi unici di disposizioni oggetto di stratificazioni normative.

Leggi dopo

Il congedo parentale a ore

11 Settembre 2015 | di Luca Furfaro

Congedi parentali

L'INPS, con la circolare n.152 del 18 agosto 2015, ha analizzato le novità relative al congedo parentale con modalità di fruizione oraria. Alla luce della modifica introdotta dall'articolo 1, commi 8 e 9, del decreto legislativo 80/2015, nel focus sono affrontati gli aspetti più salienti e l'applicazione pratica della nuova modalità di fruizione.

Leggi dopo

Pagine