Focus

Focus

Congedi del padre lavoratore: riepilogo dopo le novità previste dalla Stabilità 2016

08 Marzo 2016 | di Mario Cassaro

Congedi parentali

La legge 28 giugno 2012, n. 92 ha previsto, in via sperimentale per il triennio 2013-2015, un giorno di congedo obbligatorio per il padre, oltre alla facoltà di fruire di altri due giorni, da richiedere entro i primi 5 mesi dalla nascita del bambino. La legge di Stabilità 2016 ha ora disposto la proroga dei congedi in esame per l'anno 2016 ed introdotto alcune importanti novità che saranno esaminate nel presente lavoro.

Leggi dopo

Depenalizzazione di violazioni in materia di lavoro: gli effetti del decreto legislativo n. 8/2016

04 Marzo 2016 | di Amedeo Tea

Contributi previdenziali

Le molteplici e recenti novità che segnatamente stanno interessando il nostro diritto del lavoro investono in maniera sostanziale anche la (connessa) disciplina sanzionatoria. Invero, in attuazione della delega di cui all’art. 2, comma 2, L. n. 67/2014 dal 6 febbraio 2016 è entrato in vigore il D.Lgs. n. 8/2016 che, oltre a disporre la depenalizzazione dei reati puniti con la sola pena pecuniaria, interviene, sic et simpliciter, con modifiche significative in relazione al regime delle sanzioni applicabili ad alcune ipotesi di illeciti posti in essere in materia di lavoro e legislazione sociale. A tal proposito, nel presente contributo, dopo aver affrontato gli aspetti generali (di contenuto) nonché i profili procedimentali ed operativi connessi all’applicazione delle nuove disposizioni sanzionatorie, si procederà ad una rassegna delle (principali) fattispecie di illecito oggetto di depenalizzazione.

Leggi dopo

Nuove dimissioni online e recesso per fatti concludenti: problemi, rilievi pratici e considerazioni critiche

01 Marzo 2016 | di Mario Cassaro

Dimissioni

Dal 12 marzo 2016 le dimissioni e le risoluzioni consensuali dei rapporti di lavoro saranno efficaci soltanto se effettuate mediante una procedura telematica, compilando l'apposito modulo reso disponibile dal Ministero del Lavoro sul proprio sito internet, secondo le specifiche tecniche previste dal decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 15 dicembre 2015, pubblicato in Gazzetta Ufficiale 11 gennaio 2016, n. 7. La novità presenta alcuni problemi di carattere pratico e lascia spazio ad alcuni spunti critici che saranno trattati nel presente lavoro, con particolare riguardo al caso delle dimissioni per fatti concludenti.

Leggi dopo

Chiarimenti ministeriali sulle Collaborazioni

26 Febbraio 2016 | di Paolo Bonini

CO.CO.CO.

Il Ministero del Lavoro, con Circolare n. 3/2016, diretta agli organi ispettivi, fornisce (ad oltre sette mesi dall’entrata in vigore del D.Lgs. n. 81/2015), i “primi chiarimenti interpretativi” relativi alla nuova disciplina in materia di collaborazioni coordinate e continuative e di superamento del contratto di lavoro a progetto. Sebbene un po’ in ritardo, il testo conforta molte interpretazioni fin qui fornite dalla dottrina e dagli operatori, a cui conferisce carattere di ufficialità. È molto utile dunque vederne il contenuto, soprattutto per chi deve calare le nuove norme nella pratica professionale. Si cercherà quindi di comprendere la reale portata della riforma, osservandola anche in una luce evolutiva, ossia confrontandola, brevemente, con il quadro previgente, che peraltro continua ad applicarsi (ma con alcuni accorgimenti essenziali) alle collaborazioni a progetto già in corso al 25 giugno scorso e non ancora esaurite.

Leggi dopo

Certificazione Unica 2016: novità, struttura, modalità d'invio e quota TFR

23 Febbraio 2016 | di Daniele Bonaddio

Certificazione Unica

Con il presente Approfondimento, l’Autore intende illustrare, in maniera sintetica, le novità più rilevanti sulla Certificazione unica 2016 alle quali i sostituti d’imposta e intermediari dovranno prestare attenzione, dedicando ampio spazio all’inserimento del nuovo punto 477 (Quota TFR), che va compilato laddove il lavoratore abbia chiesto al datore di lavoro l’inserimento in busta paga di una parte del proprio TFR.

Leggi dopo

Patti generazionali: esperienze regionali e aziendali

19 Febbraio 2016 | di Marianna Russo

Pensioni

L’allungamento del termine di accesso al trattamento pensionistico rischia di realizzare un rafforzamento della posizione di preminenza degli insiders - lavoratori anziani - nei confronti degli outsiders - giovani alla ricerca di un posto di lavoro - in un momento di grave crisi economica, caratterizzata da un elevato tasso di disoccupazione. Uno degli strumenti più utili per il contemperamento di tali contrapposte esigenze è il ricorso ai c.d. patti generazionali, finalizzati alla realizzazione di una sorta di staffetta tra lavoratori prossimi al raggiungimento dei requisiti pensionistici e giovani alla ricerca di lavoro.

Leggi dopo

Le ultime novità del modello 770/2016 semplificato

16 Febbraio 2016 | di Federico Gavioli

Modello 770 Semplificato

La nuova Certificazione Unica, che certifica i redditi da lavoro dipendente e da pensione da parte dei sostituti d’imposta, fornirà all’Agenzia delle Entrate più informazioni rispetto allo scorso anno e ciò si tradurrà in una semplificazione per i sostituti d’imposta, in quanto saranno notevolmente ridotti i dati da inserire nel modello 770 SEMPLIFICATO. Nel presente contributo viene illustrata nel dettaglio, la struttura del nuovo modello approvato relativo all’anno 2015, con le istruzioni per la compilazione, concernente i versamenti, i crediti e le compensazioni effettuati.

Leggi dopo

Le misure incentivanti all’esodo dei lavoratori anziani nella Legge di Stabilità 2016

12 Febbraio 2016 | di Marianna Russo

Pensioni

La Legge di Stabilità 2016 introduce due interessanti misure di incentivazione all’esodo per i lavoratori anziani. In particolare, si tratta della prosecuzione della c.d. opzione donna (art. 1, comma 281) e del part-time per i lavoratori prossimi al raggiungimento dei requisiti pensionistici (art. 1, comma 284).

Leggi dopo

Il punto sull’esonero contributivo dopo la legge di Stabilità

09 Febbraio 2016 | di Paolo Bonini

Assunzioni

La legge di Stabilità per l’anno 2016 “proroga” l’esonero per le nuove assunzioni a tempo indeterminato, già previsto dalla L. n. 190/2014, con una significativa riduzione del beneficio economico. Con riferimento agli ambiti e alle condizioni di fruibilità, l’impianto strutturale dell’istituto non subisce variazioni sostanziali, dovendosi segnalare quasi soltanto la precisazione introdotta con il comma 181, con cui si conserva il diritto all’esonero (per la parte non fruita), in capo al datore di lavoro che, subentrando nella fornitura di servizi in appalto assume lavoratori impiegati nella medesima attività, per i quali il datore cessante già fruiva dell’agevolazione. Il presente lavoro fa il punto sulla disciplina dell’istituto.

Leggi dopo

Principali novità sulla Riforma del pubblico impiego: prime indicazioni

05 Febbraio 2016 | di Federico Gavioli

Lavoro pubblico

In materia di pubblico impiego è stato approvato un decreto dal Consiglio dei Ministri, che sulla base dei recenti fatti di cronaca apparsa sulla stampa nazionale, ha come finalità la lotta all’assenteismo del personale nel pubblico impiego, l’attuazione di procedimenti più rapidi di licenziamento quando c’è flagranza di reato e, soprattutto, l’importante responsabilizzazione dei dirigenti di settore che, nei casi in cui non procedano a segnalare la falsa attestazione della presenza o non attivino il procedimento o, ancora, non sospendano il dipendente, sono punibili con il licenziamento e la loro inerzia costituisce «omissione d’atti di ufficio»; un’ipotesi, quest’ultima, disciplinata dal Codice penale.

Leggi dopo

Pagine