Focus

Focus

Modalità operative per esonero biennale

08 Aprile 2016 | di Luca Furfaro

Assunzioni

La Legge di Stabilità 2016 (legge n. 208/2015), ha previsto ai commi da 178 a 181 dell'articolo unico, l'esonero parziale dal versamento della contribuzione aziendale per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016. Come già avvenuto per l'anno 2015 l'esonero è entrato in vigore all'inizio dell'annualità, ma sprovvisto delle indicazioni operative da parte dell'Inps per la richiesta ed il godimento del beneficio. L'Istituto interviene ora con la Circolare Inps del 29 marzo 2016, n. 57 per fornire i necessari chiarimenti e le indicazioni operative per l'effettiva fruizione dell'agevolazione. In quest'approfondimento l'Autore fornisce indicazioni pratiche di richiesta, calcolo e fruizione dell'Esonero contributivo Biennale.

Leggi dopo

Riduzione contributiva 2015 nel settore edile

05 Aprile 2016 | di Daniele Bonaddio

Cassa Edile

Con Decreto Interministeriale (Lavoro-Economia) del 1° dicembre 2015 è stata confermata, per l'anno 2015, la riduzione contributiva dell'11,50% prevista in favore degli operai a tempo pieno del settore edile. Per accedere allo sgravio contributivo le domande devono essere inviate, esclusivamente in via telematica entro il 15 maggio 2016, avvalendosi del modulo “Rid-Edil”; mentre il beneficio può essere fruito entro il 16 maggio 2016, avvalendosi delle denunce contributive UniEmens con competenza fino al mese di aprile 2016. L'Autore, oltre ad illustrare le caratteristiche, il campo di applicazione, nonché le condizioni per accedere alla riduzione contributiva, descrive le fasi procedurali d'invio dell'istanza e le modalità di compilazione del flusso UniEmens.

Leggi dopo

Denuncia di infortunio, malattia professionale e certificati: il punto sulle novità

01 Aprile 2016 | di Mario Cassaro

Infortuni sul lavoro

Dal 22 marzo 2016 sono in vigore le modifiche al Testo Unico INAIL previste dal D. Lgs. n. 151/2015 che apportano alcune semplificazioni in materia di adempimenti formali nei casi di infortuni sul lavoro e malattie professionali prevedendo l'esonero dall'invio del certificato medico a cura del datore di lavoro e dalla distinta comunicazione all'autorità di Pubblica Sicurezza. Di seguito si riepilogano le novità riguardanti i datori di lavoro, i lavoratori e gli operatori sanitari, alla luce dei chiarimenti forniti dall'INAIL e dal Ministero della Salute.

Leggi dopo

Profili giuslavoristici del contratto di rete

31 Marzo 2016 | di Ilario Alvino

Contratto di lavoro

Con alcune recenti disposizioni, il legislatore ha dettato regole specifiche volte a facilitare la gestione del personale fra le imprese che abbiano stipulato un contratto di rete. In particolare, mentre l'art. 30, comma 4-ter, D.Lgs. n. 276/2003, detta una disciplina specifica per l'ipotesi nella quale un'impresa voglia distaccare un proprio dipendente presso un'altra partecipante alla rete, il nuovo art. 31, commi 3-bis e seguenti, D.Lgs. n. 276/2003 ammette, a condizioni diverse, la codatorialità o l'assunzione congiunta dei lavoratori all'interno della rete. Il contributo, dopo aver ricostruito le ragioni dell'introduzione di una specifica regolamentazione dei rapporti di lavoro impiegati dalle imprese stipulanti il contratto di rete, approfondisce i problemi interpretativi posti dalle nuove regole in materia di distacco, di codatorialità e di assunzione congiunta dei lavoratori.

Leggi dopo

INPS: i chiarimenti sulle modalità di rilascio della Certificazione Unica

29 Marzo 2016 | di Federico Gavioli

Certificazione Unica

L'INPS con un documento di prassi ministeriale ha indicato le varie modalità di rilascio della Certificazione Unica 2016, che lo stesso istituto previdenziale deve fornire in qualità di sostituto di imposta, al titolare di pensione, a persona da lui delegata o all'erede del titolare defunto nonché i diversi canali a disposizione per ottenere tale documentazione.

Leggi dopo

Il ticket licenziamenti 2016

25 Marzo 2016 | di Daniele Bonaddio

Naspi

Un tema delle ultime settimane, tornato di grande interesse fra le aziende e i professionisti che le assistono, è il c.d. contributo di licenziamento, detto anche “ticket licenziamenti” o semplicemente “ticket NASpI”. Infatti, a seguito della riforma degli ammortizzatori sociali - sia in caso di sostegno al reddito (D.Lgs. n. 22/2015) che in costanza di rapporti di lavoro (D.Lgs. n. 148/2015) - è automaticamente cambiato anche l'importo del massimale mensile da prendere come riferimento per il calcolo del predetto contributo, in quanto l'ASpI è stata abrogata a dal 1° maggio 2015. Ciò influisce inevitabilmente sulla misura del ticket per il 2016 che dovrà essere rideterminato rispetto allo scorso anno. Dunque, l'Autore si propone di illustrare in primis l'evoluzione normativa del contributo di licenziamento per poi concentrarsi sugli aspetti più pratici che caratterizzano tale adempimento.

Leggi dopo

Lavori usuranti e obbligo di comunicazione annuale: entro il 31 marzo

22 Marzo 2016 | di Mario Cassaro

Pensioni

Il D.Lgs. 21 aprile 2011, n. 67 ha previsto, a favore dei lavoratori addetti a lavorazioni particolarmente faticose e pesanti, la possibilità di accedere al trattamento pensionistico anticipato. Le lavorazioni oggetto di questo beneficio vengono definite lavori usuranti ed al fine di monitorare le stesse, il datore di lavoro è obbligato a produrre una comunicazione alla Direzione del Lavoro competente per territorio ed agli istituti previdenziali attraverso un apposito modello online, entro il 31 marzo dell'anno successivo. L'Autore descrive i soggetti obbligati e le tipologie di lavorazioni interessate dall'adempimento e analizza le fasi procedurali ed il relativo regime sanzionatorio.

Leggi dopo

Garanzia Giovani: l’INPS illustra le modifiche al bonus occupazione

18 Marzo 2016 | di Federico Gavioli

Youth Guarantee

L’incentivo per l’assunzione dei giovani, ammessi al cosiddetto “Programma Garanzia Giovani” è stato oggetto di modifiche in questi anni. Con il Decreto n. 385/II/2015 è stata rivista la fruizione del bonus occupazionale, adeguando la disciplina secondo l’articolo 32, del Regolamento (UE) n. 651/2014 e riconoscendo la possibilità di giovarsi dell’incentivo oltre i limiti di cui al Regolamento (UE) n. 1407/2013 - sugli aiuti “de minimis” - qualora l’assunzione del giovane, aderente al programma, comporti un incremento occupazionale netto. L’INPS con la circolare n. 32, che l'Autore di seguito si propone di illustrare, descrive le novità contenute nel citato decreto.

Leggi dopo

Disabili: invio del prospetto informativo 2015

11 Marzo 2016 | di Daniele Bonaddio

Disabili

Con la Nota operativa n. 970 del 17 febbraio 2016, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha reso noto che i servizi informatici per l’invio del Prospetto Informativo 2015 - che attesta la situazione occupazionale dei lavoratori disabili, alla data del 31 dicembre 2015, nelle imprese con più di 15 dipendenti - saranno nuovamente disponibili a partire dal 15 aprile 2016; mentre la scadenza è stata fissata al 15 maggio 2016. Dunque, con il presente Approfondimento l’Autore intende ripercorrere le recenti novità introdotte dal Jobs Act – che modificano i criteri di calcolo della base di computo – in materia di inserimento mirato delle persone con disabilità, senza tralasciare gli aspetti generali che caratterizzano l’inoltro telematico del Prospetto Informativo.

Leggi dopo

Programmi di CIGS ex D.Lgs. n. 148/2015: criteri per l’approvazione

10 Marzo 2016 | di Livio Lannutti

Cassa Integrazione Guadagni

Il legislatore con il D.lgs. 148/2015 ha concentrato in un unico provvedimento tutta la disciplina della CIG abrogando le norme stratificatesi nel tempo. L’art 21 del D.lgs. definendo tre causali d’intervento della CIGS - riorganizzazione aziendale; crisi aziendale, e contratto di solidarietà - ha determinato la necessità di riformulare, tramite specifico provvedimento legislativo, i criteri per l’approvazione dei programmi di CIGS coerentemente con i principi contenuti ai commi 2°, 3° e 5° dello stesso articolo 21. A decorrere dal 9 febbraio 2016, è entrato in vigore il Decreto del Ministero del Lavoro n. 94033 datato 13 gennaio 2016, con il quale sono stati adottati i nuovi criteri per l’approvazione dei programmi di cassa integrazione guadagni

Leggi dopo

Pagine