Focus

Focus

Reddito di cittadinanza: sgravi contributivi per le imprese

09 Aprile 2019 | di Daniele Bonaddio

Consulenti del Lavoro

Il D.L. n. 4/2019, convertito, con modificazioni, in L. n. 26/2019, pubblicato il 29 marzo 2019 in Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 23, ha introdotto nel nostro ordinamento, a decorrere dal mese di aprile 2019, il c.d. “Reddito di cittadinanza”. Nel presente contributo si analizzano gli aspetti legati agli incentivi contributivi rivolti alle aziende che procedono all’assunzione di lavoratori che fruiscono della predetta misura.

Leggi dopo

Sportivi professionisti: aspetti previdenziali e assicurativi

05 Aprile 2019 | di Paolo Rossi

Lavoratori dello sport

Il contributo fornisce un riepilogo schematico sui requisiti di accesso e le modalità di calcolo dei trattamenti pensionistici erogati in favore delle categorie di lavoratori iscritti al Fondo Pensione Sportivi Professionisti (FPSP), alla luce del recente intervento dell’INPS espresso nella Circolare 5 febbraio 2019 n. 17. L’occasione costituisce un utile spunto per approfondire un tema complesso che vive di dinamiche proprie e peculiari, distanti da quelle applicabili in genere ai lavoratori dell’impiego privato.

Leggi dopo

La novità sulla pace contributiva e sul riscatto della laurea

02 Aprile 2019 | di Federico Gavioli

Riscatto anni di laurea

Il legislatore, in via sperimentale, introduce la possibilità di riscattare, in tutto o in parte, nella misura massima di 5 anni, anche non continuativi, i periodi, precedenti la data di entrata in vigore del D.L. 4/2019 (29 gennaio 2019), non coperti da contribuzione presso forme di previdenza obbligatoria né soggetti ad alcun obbligo contributivo. Il presente commento analizza le principali novità, esaminando la norma e gli importanti chiarimenti contenuti nei dossier che hanno accompagnato l’iter di conversione in legge del decreto.

Leggi dopo

Il rapporto di lavoro subordinato nel nuovo codice della crisi d’impresa

29 Marzo 2019 | di Francesco Geria

Consulenti del Lavoro

Con la pubblicazione in G.U. 14 febbraio 2019, n. 38, il D.lgs. 12 gennaio 2019, n. 14, il c.d. Codice della Crisi d’Impresa (CCI) diventa legge dello Stato. Con tale provvedimento il Legislatore ha posto in atto un imponente restyling alla disciplina normativa delle procedure concorsuali sino ad oggi regolate dal R.D. 16 marzo 1942, n. 267 (c.d. Legge Fallimentare). Tra le molteplici novità non mancano anche quelle attinenti i rapporti di lavoro subordinato che, diversamente da passato, trovano disposizioni specifiche all’interno del CCI. Anche se parte dei dispositivi inseriti nel provvedimento verranno applicati gradualmente, il D.lgs. n. 14/2019 vedrà la sua integrale entrata a regime a decorrere da agosto 2020.

Leggi dopo

Comunicazione annuale dei lavoratori impiegati in attività usuranti

26 Marzo 2019 | di Daniele Bonaddio

Lavori usuranti

Le aziende che hanno occupato nel 2018 lavoratori addetti a lavorazioni particolarmente faticose e pesanti (D.lgs. n. 67/2011) hanno l’obbligo di comunicare all’Ispettorato Territoriale del Lavoro competente, entro l’1 aprile 2019 (il 31 marzo cade di domenica), il periodo, o i periodi, nei quali ogni dipendente ha svolto lavorazioni usuranti, pena l’applicazione di pesanti sanzioni. Nel presente contributo si illustrano dettagliatamente i passaggi telematici da seguire al fine di ottemperare in maniera corretta all’adempimento in trattazione.

Leggi dopo

Difetto di prova del licenziamento orale: quali conseguenze?

25 Marzo 2019 | di Luigi Di Paola

Licenziamento individuale

Il lavoratore che impugni il licenziamento allegandone l'intimazione senza l'osservanza della forma scritta ha l'onere di provare che la risoluzione del rapporto è ascrivibile alla volontà datoriale, seppure manifestata con comportamenti concludenti, non essendo sufficiente la prova della mera cessazione della prestazione lavorativa...

Leggi dopo

Rider: lavoratori a confine tra subordinazione e collaborazione autonoma

22 Marzo 2019 | di Gabriele Livi

CO.CO.CO.

L’approfondimento prende spunto dalla sentenza della Corte d’Appello di Torino dello scorso gennaio, che riveste un particolare interesse in quanto, per la prima volta, la riforma del Jobs Act (art. 2 D.lgs. n. 81/2015) viene intesa, a livello giudiziale, nel senso di aver introdotto una tipologia di rapporti di lavoro autonomo, cui trova (parziale) applicazione la disciplina del lavoro subordinato.

Leggi dopo

Intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro: le linee guida dell’INL

19 Marzo 2019 | di Federico Gavioli

Ispezioni

L’INL, con riferimento alla novità sull’intermediazione illecita e lo sfruttamento del lavoro alla luce delle modifiche introdotte dal legislatore, ha fornito le linee guida cui dovranno attenersi le sedi territoriali ispettive e il Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro nelle attività di controllo, ricordando che occorrerà, in ogni caso, osservare le eventuali diverse indicazioni fornite dalle competenti Procure della Repubblica, sia sugli elementi utili alla configurazione del reato, sia sulle metodologie per l’acquisizione dei relativi elementi di prova. Con Circolare del 28 febbraio 2019, n. 5, dal titolo “Art. 603 bis c.p. intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro – attività di vigilanza – Linee guida”, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro, fornisce importanti chiarimenti che di seguito si analizzano e che sono inerenti la riformulazione dell’art. 603-bis c.p., per opera della L. 28 ottobre 2016, n. 199, vigente dal 4 novembre 2016.

Leggi dopo

Il calcolo del danno differenziale prima e dopo la legge di bilancio per il 2019

18 Marzo 2019 | di Andrea Rossi

Sicurezza sul lavoro

Nel diritto positivo non si rinviene una definizione di danno differenziale, che rappresenta notoriamente la differenza tra il risarcimento liquidato in favore della vittima e l'indennizzo erogato agli aventi diritto dall'INAIL. Tale nozione si ricava dall'art. 10, commi 6 e 7, d.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124, il cui testo, esclusa l'illegittimità costituzionale parziale del 1991, è rimasto immutato per oltre un cinquantennio. Ciò nonostante il calcolo del danno differenziale non è avvenuto sempre con le medesime modalità...

Leggi dopo

Il contratto di lavoro intermittente tra normativa e procedure. Parte seconda

15 Marzo 2019 | di Mario Cassaro

Job on call

L'approfondimento, in continuità con il precedente contributo pubblicato sul portale, fornisce un quadro d’insieme della disciplina del contratto di lavoro intermittente, concentrandosi sulle procedure pratico-operative per il suo utilizzo, la tutela delle assenze e il trattamento economico e contributivo.

Leggi dopo

Pagine