Focus

Focus su Lavoro a tempo determinato

Il diritto di precedenza nel contratto a termine: le categorie di lavoratori a tutele diversificate

16 Ottobre 2018 | di Paolo Rossi

Lavoro a tempo determinato

L’art. 24 del Decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, attribuisce al lavoratore con contratto a tempo determinato uno speciale diritto di precedenza nelle assunzioni effettuate dal medesimo datore di lavoro successivamente allo scadere del contratto. A seconda del soggetto destinatario della tutela, il particolare istituto si conforma in una disciplina diversa. Si distingue, infatti, il diritto di precedenza della generalità dei lavoratori, quello della lavoratrice che ha fruito del congedo di maternità e quello del lavoratore stagionale.

Leggi dopo

Il lavoro a tempo determinato dopo la conversione del Decreto Dignità

31 Agosto 2018 | di Luca Furfaro

Lavoro a tempo determinato

Con la pubblicazione sulla G.U. n.186 dell’11 agosto 2018 della legge di conversione n. 96 del 9 agosto 2018, il decreto Dignità, convertito con modificazioni, conclude il proprio iter legislativo. Rispetto al decreto legge, la conversione conferma la profonda modifica alla disciplina dei contratti di lavoro a termine e di somministrazione, ma inserisce inoltre un periodo transitorio per l’adeguamento ed un nuovo sgravio contributivo per le aziende che assumono under 35 a tempo indeterminato. Con la norma viene ampliato l’uso dei voucher per le prestazioni occasionali nel settore agricolo, per gli alberghi (e le strutture ricettive) con alle dipendenze fino a 8 lavoratori. È inoltre stato aumentato l’importo delle indennità per i licenziamenti dichiarati illegittimi e per l’offerta conciliativa da parte del datore di lavoro. Confermate infine le misure previste contro la delocalizzazione delle imprese e a tutela dei livelli occupazionali. Le più complesse e impattanti novità sono però quelle riguardanti i rapporti di lavoro a tempo determinato che arrivano a creare ben due periodi transitori prima dell’applicazione effettiva. In questo focus andremo ad affrontare le limitazioni previste dividendo le casistiche in base alla stipula del contratto di lavoro, occorrerà tenere conto di ben 3 date spartiacque (14 luglio 2018, 12 agosto 2018 e 1 novembre 2018).

Leggi dopo

Decreto Dignità, l'evoluzione del contratto a tempo determinato

31 Luglio 2018 | di Luca Furfaro

Decreto Legge n. 87/2018

Lavoro a tempo determinato

Le modifiche al rapporto a tempo determinato con il c.d. Decreto Dignità sono state il primo passo intrapreso dal legislatore per questa nuova campagna di riforme del lavoro. La modifica impatta in maniera importante sull’operatività delle aziende e dei consulenti, riportando alla luce l’uso delle causali giustificatrici che tanti problemi avevano dato. Il Decreto, in fase di conversione potrà essere modificato, sperando che tali aggiustamenti lo possano indirizzare verso una gestione più semplice e lineare tale da evitare il contenzioso.

Leggi dopo

Contratto a termine dopo il Decreto Dignità: aspetti controversi, analisi e considerazioni

24 Luglio 2018 | di Mario Cassaro

Lavoro a tempo determinato

Il D.L. 12 luglio 2018, n. 87, pubblicato nella GU 13 luglio 2018, n. 161 ed in vigore dal 14 luglio scorso, reca una serie di disposizioni che interessano in modo particolare i lavoratori e le imprese, apportando, tra le altre misure, significativi cambiamenti alla disciplina del rapporto di lavoro a tempo determinato. Le novità normative continuano ad alimentare numerose perplessità e richiedono particolare attenzione in fase di assunzione e di proroga o rinnovo contrattuale. Nell'approfondimento si riepilogano le novità intervenute con particolare riferimento a detti aspetti.

Leggi dopo

Stagionalità e lavoro a termine, tra limiti di legge e soluzioni offerte dalla contrattazione collettiva

29 Settembre 2015 | di Mario Cassaro

Lavoro a tempo determinato

In un contesto operativo che mostra evidenti difficoltà di contemperare le istanze dei lavoratori con le esigenze dei datori di lavoro, il lavoro stagionale rappresenta spesso la prima esperienza lavorativa per i giovani e un'opportunità, per le aziende, di soddisfare incrementi temporanei dell'attività lavorativa. Di seguito saranno analizzati questi aspetti, con particolare riguardo alla differenza tra attività stagionale intrinseca di taluni tipi di aziende ed un concetto di stagionalità più ampio, ripercorrendo le principali fonti normative per soffermarsi, infine, sulle fonti contrattuali che disciplinano la materia nei settori Turismo e Terziario.

Leggi dopo

La Fondazione Studi interviene sul diritto di precedenza dopo le modifiche del "Jobs act"

05 Settembre 2014 | di Paolo Bonini

Lavoro a tempo determinato

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, è intervenuta, con la Circolare n. 16/2014, sulla novellata disciplina del diritto di precedenza (di cui all’art. 5, d.lgs. n. 368/2001), rispetto a nuove assunzioni, riconosciuto ai lavoratori a termine. Dopo aver illustrato la fattispecie, ci si sofferma sugli aspetti più controversi, in materia di assunzioni agevolate e lavoro a chiamata, sui quali la Fondazione fa chiarezza.

Leggi dopo

Il contratto a termine, ancora più flessibile con la Giovannini

03 Settembre 2013 |

Lavoro a tempo determinato

Il contratto a termine è stato oggetto di ritocchi, anche sostanziali, da parte del c.d. Decreto Giovannini (D.L. n° 76 del 2013, convertito con modifiche, in Legge n° 99 del 9 agosto 2013) che, in precedenza irrigidito dalla c.d. Riforma Fornero, gli ha restituito una maggiore flessibilità. La Corte Costituzionale, poi, con la recente sentenza n° 107 del 29 maggio 2013 ha, tra l'altro, affermato la coerenza dell'intero impianto normativo sia con i dettami della nostra Costituzione, sia con quelli della la Legge delega n° 422 del 2000, sia con la direttiva del Consiglio dell'Unione Europea del 28 giugno 1999, n. 1999/70/CE.

Leggi dopo