Focus

Focus su Gestione separata INPS

Gestione separata INPS: contributi a saldo 2017 e primo acconto 2018

15 Giugno 2018 | di Daniele Bonaddio

Gestione separata INPS

Entro il 30 giugno 2018 i contribuenti titolari di Partita IVA iscritti alla Gestione separata dell’INPS (ossia i c.d. liberi professionisti “senza cassa”) sono tenuti a versare il saldo 2017 ed il primo acconto 2018 dei contributi previdenziali. L’occasione è dunque propizia per riepilogare i criteri di calcolo da utilizzare ai fini della determinazione del saldo e acconto, nonché le modalità attraverso le quali il professionista deve ottemperare a tale adempimento.

Leggi dopo

Gestione separata INPS: versamento secondo acconto 2017

21 Novembre 2017 | di Daniele Bonaddio

Gestione separata INPS

Entro il 30 novembre 2017 i contribuenti titolari di Partita IVA iscritti alla Gestione separata dell’INPS (ossia i c.d. liberi professionisti “senza cassa”) sono tenuti a versare il secondo acconto 2017 dei contributi previdenziali e a rideterminare gli importi dovuti, se ritengono di avere imponibili più bassi di quelli dichiarati per il 2016, nel Modello Redditi 2017. L’occasione è dunque propizia per riepilogare i criteri di calcolo da utilizzare ai fini della determinazione dell’acconto, nonché le modalità attraverso le quali il professionista deve ottemperare a tale adempimento.

Leggi dopo

Gestione separata: chiarimenti dall’INPS sulle malattie gravi equiparate al ricovero

27 Ottobre 2017 | di Federico Gavioli

Gestione separata INPS

L’INPS chiarisce, con la Circolare n. 139 del 12 ottobre 2017, il concetto di malattia grave o ingravescente la quale consente, secondo quanto previsto dalla recente normativa veicolata nella L. n. 81/2017, ai lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata di ricevere, in caso di periodi di malattia certificata, l’indennità di malattia come se ci fosse il ricovero. Va evidenziato che la L. n. 81/2017 contiene misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato. Il Jobs Act autonomi ha introdotto una serie di regole e tutele finalizzate a configurare una nuova attività per professionisti, collaboratori e lavoratori parasubordinati; tra le novità di maggior rilievo vanno segnalate le tutele contrattuali al welfare, con il potenziamento delle tutele in materia di maternità e malattia e per la promozione di misure a sostegno dei liberi professionisti.

Leggi dopo

GS INPS: le nuove aliquote contributive alla luce del Jobs Act autonomi

06 Ottobre 2017 | di Daniele Bonaddio

Gestione separata INPS

Con la Circolare INPS n. 122 del 28 luglio 2017 è stato recepito quanto contenuto all’interno dell’art. 7 della Legge 22 maggio 2017, n. 81 (c.d. Jobs Act autonomi), che prevede un aumento dell’aliquota contributiva per alcune categorie di soggetti iscritti alla Gestione Separata parasubordinati, in vigore dal 1° luglio 2017. Con il presente contributo, l’Autore intende individuare l’ambito di applicazione soggetto all’incremento contributivo, nonché gli adempimenti connessi alla novità introdotta.

Leggi dopo

Gestione separata INPS: le nuove aliquote contributive

14 Aprile 2017 | di Daniele Bonaddio

Gestione separata INPS

La Legge di Bilancio 2017 ha apportato importanti modifiche per quanto riguarda le aliquote contributive per gli iscritti alla Gestione Separata INPS: infatti, all'articolo 1, comma 165, Legge 11 dicembre 2016, n. 232, è stato disposto che per i lavori autonomi titolari di posizione fiscale ai fini dell'imposta sul valore aggiunto, i quali sono iscritti alla Gestione Separata INPS, senza risultare al contempo iscritti ad altre gestioni di previdenza obbligatoria (né pensionati), l'aliquota contributiva è fissata al 25%. D’altro canto l'articolo 2, comma 57, Legge n. 92/2012, aveva disposto che per collaboratori e figure assimilate iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata INPS, l'aliquota contributiva a partire dall'anno 2017 sarebbe stata elevata al 32%. La Circolare INPS 31 gennaio 2017, n. 21, ha così proceduto a fornire chiarimenti in ordine alle effettive aliquote da applicare, facendo in tal modo chiarezza. Il presente lavoro ha proprio l’obiettivo di evidenziare analiticamente le diverse aliquote e la disciplina da seguire nei diversi casi.

Leggi dopo

Il professionista amministratore versa i contributi all'INPS e non alla cassa di categoria

24 Maggio 2016 | di Federico Gavioli

Gestione separata INPS

Il professionista che svolge come unica attività quella di amministratore di una società deve iscriversi obbligatoriamente alla gestione separata INPS; non è sufficiente l'iscrizione alla sua cassa professionale di categoria, inerente l'albo professionale, perché per svolgere l'incarico di amministratore a tempo pieno con compiti che esulano dalla propria attività professionale, secondo la giurisprudenza di legittimità, sono necessari l'iscrizione alla gestione separata INPS e il versamento dei relativi contributi sui compensi percepiti su tali attività.

Leggi dopo