Focus

Focus su DURC

Dichiarazione preventiva di agevolazione: il nuovo processo di gestione

10 Agosto 2018 | di Daniele Bonaddio

DURC

Con il Messaggio n. 2648 del 2 luglio 2018, l’INPS ha fornito le istruzioni operative del nuovo processo di gestione telematico – che prende il nome di “D.P.A.” (Dichiarazione Preventiva di Agevolazione) - per la verifica preventiva della regolarità contributiva dei datori di lavoro in caso di fruizione di benefici normativi e contributivi previsti dalla normativa in materia di lavoro e legislazione sociale di cui all’art. 1, co. 1175, della L. 27 dicembre 2006, n. 296. La novità, operativa dal 9 luglio 2018, consente di conoscere in anticipo la regolarità contributiva di un’azienda, con la possibilità quindi di conguagliare fin da subito l’agevolazione richiesta ed evitare eventualmente la revoca del beneficio in fase successiva.

Leggi dopo

DURC, benefici contributivi e attività di vigilanza

07 Novembre 2017 | di Iunio Valerio Romano

DURC

L’art. 1, comma 1175, della L. n. 296/2006, subordina la fruizione dei benefici normativi e contributivi all’assenza di irregolarità contributive, ovvero di violazioni di altri obblighi di legge o di contratto. Tuttavia, mentre l’omissione contributiva può essere sanata ai sensi dell’art. 4 del D.M. 30 gennaio 2015, impedendo così il recupero totale dei citati benefici per l’intero periodo oggetto di scopertura, le altre violazioni di legge o di contratto, una volta accertate, comportano l’irrimediabile perdita del beneficio fruito, sebbene limitatamente alla singola posizione lavorativa cui lo stesso abbia afferito ed esclusivamente per una durata pari al periodo in cui la medesima violazione si è di fatto protratta.

Leggi dopo

DURC e adesione alla definizione agevolata: i chiarimenti dell’INPS

12 Maggio 2017 | di Federico Gavioli

DURC

La Manovra Correttiva 2017, veicolata nel D.L. n. 50/2017, modifica la disciplina sul rilascio del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) con riferimento ai soggetti che abbiano presentato domanda di definizione agevolata dei debiti contributivi, ai sensi della disciplina transitoria, concernente i carichi affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016, posta dal Decreto Legge n. 193/2016, collegato alla Legge di Bilancio 2017; l’INPS fornisce le prime istruzioni sulle novità introdotte dalla citata Manovra Correttiva 2017.

Leggi dopo

Operativo il DURC on-line: finalità e funzionamento

10 Luglio 2015 | di Federico Gavioli

DURC

È finalmente operativa la disciplina del DURC on-line che, dopo un periodo di “preparazione” ha finalmente visto la luce dal 1° luglio 2015: il nuovo sistema, in un'ottica di semplificazione, dovrebbe consentire alle pubbliche amministrazioni e alle imprese interessate l’acquisizione del documento attraverso la verifica, con modalità esclusivamente telematiche ed in tempo reale, delle regolarità contributiva dell’impresa nei confronti dell’INPS, INAIL e per le imprese tenute ad applicare i contratti del settore dell’edilizia nei confronti delle Casse edili.

Leggi dopo

Per i giudici il diniego scatta solo dopo la mancata regolarizzazione. Ma l’INPS non ci sta.

16 Settembre 2014 | di Pasquale Staropoli

DURC

La giurisprudenza più flessibile dell’INPS. Per i giudici il DURC è irregolare solo se il datore non si adegua all’invito dell’ente di previdenza. Una sentenza del T.A.R. Veneto (8 aprile 2014, n. 486), richiamando l’art. 31, co. 8, D.L. n. 69/2013, ai fini del rilascio del DURC per verifica di autodichiarazione, ha riconosciuto l’individuazione del momento della definitività della irregolarità nella scadenza del termine quindicinale assegnato dall’Ente previdenziale per la regolarizzazione della posizione contributiva. Con il messaggio n. 6756 del 2 settembre 2014, l’INPS ribadisce però che la verifica continuerà ad essere riferita in base alla situazione contributiva riferita alla data in cui la dichiarazione è stata resa da parte dell’interessato.

Leggi dopo

Crediti vantati verso la P.A.: modalità di rilascio del DURC

12 Febbraio 2014 | di Federico Gavioli

DURC

Il DURC, Documento Unico di Regolarità Contributiva, può essere rilasciato anche in presenza di certificazioni dei crediti certi, liquidi ed esigibili, vantati nei confronti delle pubbliche amministrazioni, tramite la cd. “Piattaforma per la Certificazione dei Crediti”. L’INPS, con la Circolare n. 16 del 30 gennaio 2014, fornisce le necessarie indicazioni in riferimento all’applicazione della disciplina a seguito della realizzazione, da parte del MEF all’interno della “Piattaforma per la Certificazione dei Crediti” (PCC), della funzione “Gestione Richieste DURC”, riservata ai soggetti titolari di crediti, e di quella di “Verifica della capienza per l’emissione del DURC”, rivolta agli enti tenuti al rilascio del Documento.

Leggi dopo