News

Edilizia: chiarimenti sull’inquadramento previdenziale degli organismi bilaterali

L’INPS, con la Circolare n. 193 del 29 dicembre 2017, ha indicato il corretto inquadramento previdenziale degli organismi bilaterali che svolgono attività ausiliarie rispetto a quelle principali delle aziende edili.

 

Nel dettaglio, si tratta delle casse edili, enti paritetici costituiti da organizzazioni sindacali di settore che svolgono un ruolo di primario rilievo nell’assicurare ai lavoratori una parte del trattamento economico derivante dal contratto, oltre a curare significative prestazioni integrative sul piano previdenziale ed assistenziale.

 

Anche le scuole edili di formazione professionale, che curano, in circoscrizioni territoriali definite, la formazione professionale del personale edile, anche attraverso specifici interventi coordinati con le aziende, rientrano nella nozione di ente bilaterale di cui all’art. 2, comma 1, lett. h), D.Lgs. n. 276/2003.

 

Infine, i comitati paritetici territoriali per la sicurezza che rientrano nella nozione di organismi paritetici di cui all’art. 2, comma 1, lett. e), D.Lgs. n. 81/2008.

 

Si tratta di strutture che la Circolare n. 193 inquadra nelle attività ausiliarie dell’edilizia cui corrisponde il codice statistico contributivo 11305 e codice Ateco2007 94.11.00.

Leggi dopo