Bussola

Voucher

24 Marzo 2017 |

Sommario

Abrogazione | Inquadramento | Definizione | Committenti | Prestatori di lavoro accessorio | Vantaggi | Acquisto Buoni lavoro | Riscossione dei buoni | Comunicazione preventiva | Compenso massimo | Profili sanzionatori | Esenzione fiscale | Trattamento previdenziale assicurativo | Divieti e sicurezza sul lavoro | Riferimenti |

 

L’art. 1, Decreto Legge 17 marzo 2017, n. 25, già in vigore dalla data di pubblicazione in G.U. 17 marzo 2017, dispone l’abrogazione degli articoli 48, 49 e 50, D.Lgs. n. 81/2015, tra cui la disciplina del lavoro accessorio.   Il Ministero del Lavoro, con un comunicato del 21 marzo 2017, precisa che il Decreto Legge 17 marzo 2017, n. 25, "Disposizioni urgenti per l'abrogazione delle disposizioni in materia di lavoro accessorio nonché per la modifica delle disposizioni sulla responsabilità solidale in materia di appalti", dispone, al primo comma dell'articolo 1, l'abrogazione degli articoli 48, 49 e 50, Decreto Legislativo n. 81/2015 relativi alla disciplina del lavoro accessorio.   Secondo quanto stabilito al comma 2, art. 1, Decreto Legge n. 25/2017, possono essere utilizzati fino al 31 dicembre 2017 i buoni per prestazioni di lavoro accessorio richiesti alla data di entrata in vigore dello stesso decreto.   Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali chiarisce che l'utilizzo dei buoni per prestazioni di lavoro accessorio, dovrà essere effettuato nel rispetto delle disposizioni in materia di lavoro accessorio previste nelle norme oggetto di abrogazione da parte del Decreto, per esempio la comunicazione preventiva obbligatoria i limiti di retribuzione e procedura di atti...

Leggi dopo