Bussola

Relazioni sindacali

19 Marzo 2014 |

Sommario

Abstract | Introduzione | Cenni storici | La parte datoriale: dirigenza amministrativa e rappresentanza negoziale | La rappresentanza dei lavoratori | Dipendenti pubblici - La contrattazione collettiva e la struttura contrattuale | Riferimenti |

 

Con il termine relazioni sindacali si intendono i rapporti tra l’impresa e la collettività dei lavoratori. Queste relazioni si realizzano tramite un soggetto intermedio, cioè il sindacato, che rappresenta le istanze e gli interessi dei lavoratori stessi, e che dialoga con l'azienda ricevendo le indicazioni dei propri iscritti.
Solitamente si predispongono dei tavoli negoziali dove le parti condividono e risolvono conflitti generati da una delle due parti.
Nei primi anni ‘90, la contrattazione collettiva ha sostituito le rappresentanze sindacali aziendali (RSA) con le rappresentanze sindacali unitarie (RSU).
Con riferimento al pubblico impiego le RSU, regolamentate dall’art. 42 del D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, vengono indicate come organo collettivo rappresentativo di tutti i lavoratori, non facendo alcun riferimento alla loro iscrizione ad un sindacato, occupati in una stessa realtà lavorativa, pubblica o privata.
Le RSU, a differenza delle RSA, hanno la rappresentanza di tutti i lavoratori operanti in azienda, a prescindere dal movimento sindacale da loro scelto ed inoltre partecipano alla contrattazione aziendale.
In sintesi l’RSA e l’RSU si possono definire come dei sistemi alternativi di rappresentazione sindacale presenti attualmente in azienda,...

Leggi dopo