Bussola

Processo previdenziale

Sommario

Inquadramento | Premessa | Il ricorso in opposizione a cartella esattoriale | L’opposizione ad avviso di addebito | Riferimenti |

 

L’INPS e l’INAIL hanno modalità diverse per il recupero dei propri crediti da quando il legislatore, con l’art. 30 del D.L. n. 78/2010, conv.to con modif.ni dalla L. n. 122/2010, ha previsto limitatamente ai crediti vantati dall’INPS che questo ente previdenziale, a far data dall’1 gennaio 2011, possa avvalersi al predetto fine di un titolo stragiudiziale dallo stesso formato, denominato avviso di addebito, scomparendo pertanto l’iscrizione a ruolo e utilizzandosi il concessionario della riscossione per la fase successiva alla notifica del titolo.
Con riguardo ai crediti vantati dall’INAIL invece continua a persistere il modello di recupero delineato con il D. Lgs. n. 46/1999, modello che prevede l’iscrizione a ruolo dei crediti vantati dall’ente previdenziale, la sua trasmigrazione al concessionario della riscossione territorialmente competente, l’emissione da parte di questi della cartella esattoriale e la sua successiva notifica al debitore.
I delineati modelli si ricongiungono in sede di contestazione giudiziale, perché per entrambi è previsto lo stesso termine perentorio di opposizione ed è prevista l’applicazione delle regole dettate dal codice di procedura civile per il processo previdenziale (si v. l’art. 10, comma 14, D.L. ult. cit. e gli artt. 24, comma 6 e...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento