Bussola

Maternità

Sommario

Inquadramento | Divieto di licenziamento | Divieto di adibizione al lavoro | Divieto di discriminazione | Interventi della Riforma Fornero | Interventi del Jobs Act | Il congedo di maternità | I chiarimenti della Circolare INPS n. 128 dell’11 luglio 2016 | Orientamenti a confronto | l “Jobs Act del lavoro autonomo” (L. n. 81/2017) e la tutela della maternità | Casistica | Riferimenti |

 

La Costituzione sancisce all'art. 37 la parità normativa e retributiva fra lavoratori e lavoratrici al fine di evitare ingiuste conseguenze discriminatorie e penalizzanti per la madre lavoratrice e tutelando quindi l'assolvimento dei compiti di maternità e cura dei figli.    Inoltre la norma richiede che le condizioni lavorative siano tali da consentire alla lavoratrice "l'adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale e adeguata protezione”.   Vi è, dunque, un duplice riconoscimento costituzionale, mediante l'affermazione, da un lato, della specialità della tutela riguardante la lavoratrice madre e, dall'altro, del principio fondamentale di uguaglianza fra sessi.   Il riflesso di tali principi è tutto nelle fortissime guarentigie poste a tutela della maternità sul luogo di lavoro, forti a tal punto da dar rilevanza allo stato oggettivo a scapito della conoscenza che dello stesso abbia il datore di lavoro. 

Leggi dopo