Bussola

Donatori di sangue

17 Novembre 2014 |

Sommario

Introduzione | Introduzione | Adempimenti: il certificato e la dichiarazione | Richiesta rimborso tramite canali on-line | Aspetti contributivi e fiscali | Riferimenti |

 

L’articolo 8 della Legge n. 219 del 21 ottobre 2005, riprendendo le disposizioni contenute all’articolo 1 della Legge 584 del 13 luglio 1967, afferma che chiunque ceda il suo sangue per trasfusione dirette e indirette o per l'elaborazione dei derivati del sangue, ad uso terapeutico, ha diritto ad astenersi dal lavoro per l'intera giornata in cui effettua la donazione, conservando la normale retribuzione per l'intera giornata lavorativa.   La disposizione riguarda i lavoratori dipendenti, compresi apprendisti e lavoratori agricoli, con esclusione quindi dei lavoratori autonomi e dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS.    I datori di lavoro tenuti alla denuncia contributiva dovranno porre a conguaglio le retribuzioni corrisposte ai donatori di sangue con i contributi e la altre somme dovute all’INPS non oltre il mese successivo a quello in cui la retribuzione per la donazione è corrisposta al lavoratore.

Leggi dopo