Bussola

Contributi previdenziali e assicurativi

Visualizzazione ZEN

Sommario

Inquadramento | Contributi previdenziali | Enti di previdenza | Inquadramento previdenziale del datore di lavoro – Inizio Attività | L’imponibile contributivo | Calcolo della contribuzione e versamenti | Benefici contributivi | Denuncia Contributiva Uniemens | Certificazione Unica | Pagamento dei contributi | Modalità di versamento | Contributi assicurativi | La denuncia di iscrizione, variazione, cessazione | Denuncia delle retribuzioni annuale - Autoliquidazione dei premi | Infortunio sul lavoro | La malattia professionale | Le prestazioni assicurative | La responsabilità del datore di lavoro e gli adempimenti in caso di infortunio | Contabilità e bilancio | Riferimenti |

 

Scheda in fase di aggiornamento autorale di prossima pubblicazione   Nell’ambito del rapporto subordinato o parasubordinato in capo al datore di lavoro, nel momento in cui utilizza le prestazioni lavorative del dipendente, sorge l’obbligo di versare la contribuzione ai fini previdenziali e assistenziali e ai fini assicurativi agli enti preposti.
Per quel che riguarda gli  obblighi previdenziali e assistenziali per il lavoro subordinato, l’ente preposto è l’INPS. Per quanto riguarda le prestazioni assicurative l’ente preposto è l’Inail.
Per entrambi gli enti, il datore di lavoro ha l’obbligo di iscriversi all’ente il quale assegna una posizione contributiva e un numero di iscrizione identificativo.
Mensilmente il datore di lavoro ha l’obbligo di versare i contributi previdenziali ed assistenziali calcolati con le percentuali previste dall’INPS in relazione alla tipologia di lavorazione e categoria di datore di lavoro. Alla stessa stregua, ma con carattere annuale, sorge l’obbligo di autoliquidare i premi assicurativi di competenza INAIL per la copertura assicurativa dei dipendenti contro l’infortunio sul lavoro e le malattie professionali.  

Leggi dopo