Bussola

Contratti di solidarietà

05 Dicembre 2016 |

Sommario

Introduzione | Contratti di solidarietà difensivi | Contratti di solidarietà espansivi | Trasformazione del contratto di solidarietà difensivo in espansivo | Contratti di solidarietà difensivi per aziende non soggette a CIGS | Novità del Decreto Legge n. 34/2014 | Riferimenti |

 

I contratti di solidarietà (CdS) previsti dagli artt. 1 e 2 del D.L. 30 ottobre 1984, n. 726, sono accordi collettivi aziendali, stipulati con i sindacati maggiormente rappresentativi sul piano nazionale, aventi ad oggetto una diminuzione dell'orario di lavoro con il fine: di evitare, in tutto o in parte, la riduzione o la dichiarazione di esuberanza del personale anche attraverso un suo più razionale impiego (contratti di solidarietà difensivi); di favorire nuove assunzioni (contratti di solidarietà esterna o espansivi).   Le due fattispecie contrattuali presentano considerevoli differenze, sia per le finalità perseguite, che per gli effetti sul piano contributivo nonché previdenziale.   Quello difensivo prevede: per i lavoratori: la concessione, del trattamento di integrazione salariale per compensare la parte di retribuzione persa a seguito della riduzione dell'orario di lavoro; per i datori di lavoro: una riduzione dei contributi previdenziali ed assistenziali. Quello espansivo, invece, assicura ai datori di lavoro un particolare beneficio contributivo.

Leggi dopo