Bussola

Contratti di prossimità

29 Febbraio 2016 |

Sommario

Inquadramento | I contratti di prossimità | Finalità | Le materie | Chi può sottoscrivere il contratto di prossimità | Efficacia | Prerogative e limiti | Conseguenze previdenziali ed agevolazioni | La Corte Costituzionale | Riferimenti |

 

Prendendo atto della esigenza per le parti di individuare modalità per regolare e gestire in maniera più vicina agli interessi delle aziende e dei lavoratori da esse occupati, il legislatore ha introdotto nel 2011 i contratti collettivi di prossimità.   Si tratta di contratti collettivi di lavoro che consentono, laddove ricorrano specifiche finalità e nelle materie individuate dall’articolo 8 del D.L.n.138/2011, di regolare la disciplina del rapporto di lavoro con possibilità di derogare alle previsioni del contratto collettivo nazionale di lavoro ed anche della legge, seppure nel rispetto della Costituzione, nonché  dei vincoli derivanti dalle normative comunitarie e dalle convenzioni internazionali sul lavoro.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >