Bussola

Cinque per mille

23 Maggio 2016 |

Sommario

Premessa | Introduzione | Soggetti beneficiari e finalità | Modalità di iscrizione degli enti di volontariato, Onlus e associazioni sportive dilettantistiche | Modulistica | La dichiarazione sostitutiva | Rendicontazione dell’attività | Rendicontazione dell’attività al MIUR | Scadenze | Riferimenti |

 

La normativa fiscale prevede la possibilità che le persone fisiche possano destinare una parte della propria tassazione a soggetti differenti dallo Stato. Questi soggetti sono essenzialmente enti che offrono servizi meritevoli di tutela e di promozione in quanto con finalità di interesse sociale.
Un contribuente può quindi scegliere di destinare una somma pari al 5 per mille delle imposte di competenza finalizzate alle attività di sostegno al volontariato o alla ricerca scientifica. Tale possibilità origina dalla legge 266/2005 ed è stata prorogata anno dopo anno stabilendo un tetto di risorse disponibili.  Il contributo è stato reso stabile dalla Legge di Stabilità per il 2015 (legge 190/2014).      

Leggi dopo

Le Bussole correlate >