Bussola

Cinque per mille

30 Agosto 2017 |

Sommario

Introduzione | Soggetti beneficiari e finalità | Modalità di iscrizione degli enti di volontariato, Onlus e associazioni sportive dilettantistiche | Modulistica | La dichiarazione sostitutiva | Rendicontazione dell’attività | Rendicontazione dell’attività al MIUR | Scadenze | Riferimenti |

 

Con la Legge n. 106/2016 il Governo è stato investito della delega di porre in essere le attività normative definite la “Riforma del Terzo Settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale”. In attuazione di tale delega il Governo ha emanato alcuni provvedimenti legislativi. Con il D.Lgs. n. 111/2017 ha regolamentato la disciplina del 5xmille modificando l’impianto normativo esistente, riconoscendone comunque l’importanza che il precedente assetto aveva rivolto all’istituto.  La possibilità di destinare una parte delle proprie imposte alle associazioni che si occupano di svolgere attività di rilevanza sociale ha sicuramente ottenuto un gradimento sia da parte degli enti interessati, ma anche da parte dei contribuenti che possono stabilire di premiare le attività di una associazione di volontariato ovvero di ricerca o di altri enti. Tale possibilità viene introdotta in via sperimentale dalla legge 266/2005 per l’anno 2006 ed è stata prorogata per gli anni successivi.  La legge di stabilità 2015 ha trasformato il contributo del cinque per mille da beneficio provvisorio, riproposto annualmente, a una forma stabile di finanziamento dei settori agevolati, prevedendo inoltre come misura a regime, la spesa di 500 milioni di euro annui “a decorrere dall’...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >