Bussola

Busta paga

Sommario

Inquadramento | Introduzione | Inquadramento contrattuale del lavoratore | La struttura e le componenti della retribuzione | Orario di lavoro e riposi | Trattamento delle presenze | Retribuzione | Pagamento della retribuzione | Busta paga e il Libro Unico del Lavoro | Sanzioni | Aspetti contabili | Fac simile Busta paga | Riferimenti |

 

  Il datore di lavoro, al momento della corresponsione della retribuzione, è tenuto a consegnare ai propri dipendenti un prospetto, chiamato busta paga, che deve contenere alcuni elementi minimi: generalità del lavoratore; qualifica professionale; periodo cui la retribuzione si riferisce; le voci che compongono la retribuzione; le trattenute previdenziali, assistenziali e di imposta.   La legge non impone un modello specifico di busta paga e pertanto l'obbligo può essere assolto sia con l'utilizzo del libro unico del lavoro sia mediante la consegna di una copia delle scritture effettuate sullo stesso libro. Nella copia non devono essere necessariamente compresi i dati relativi alle presenze. Il datore di lavoro può quindi optare per elaborare due documenti distinti i libroni da lavoro e la busta paga oppure elaborare solo i fogli del libro unico per consegnare in copia al lavoratore eventualmente anche senza calendario presenze.   A far data dal 1° luglio 2018 i datori di lavoro o committenti corrispondono ai lavoratori la retribuzione, nonché ogni anticipo di essa, attraverso una banca o un ufficio postale con uno dei seguenti mezzi: a) bonifico sul conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore; b) strumenti di pagamento elettronico; c) pagamento in contanti pres...

Leggi dopo