Bussola

Agevolazioni assunzioni giovani

Sommario

Abstract | La misura dell'incentivo | Assunzioni agevolate: il perimetro | La decorrenza | Gli adempimenti dei datori di lavoro | Le condizioni | Coincidenza di incentivi | La procedura | Riferimenti |

 

Scheda in fase di aggiornamento autorale di prossima pubblicazione   Nel caso di assunzione di giovani svantaggiati, è previsto un incentivo economico a favore dei datori di lavoro che incrementano la base occupazionale. L'agevolazione è stata introdotta dall'articolo 1 Decreto Legge 28 giugno 2013, n. 76, convertito con modificazioni dalla legge 9 agosto 2013, n. 99, e riguarda le assunzioni e trasformazione di contratti a tempo indeterminato di soggetti di età compresa tra i 18 ed i 29 anni effettuate a decorrere dal 7 agosto 2013 che risultino in condizione di svantaggio. Il contributo è stabilito nella misura di un terzo della base imponibile ai fini contributivi ed entro il limite massimo di 650 euro mensili, e viene riconosciuto dall'INPS a seguito di apposita richiesta telematica. Il beneficio avrà una durata di diciotto mesi nel caso di assunzione, o dodici mesi se si tratta di trasformazione, e potrà essere usufruito mediante l'esposizione, tra le partite a credito del datore di lavoro, nelle denunce mensili UniEmens trasmesse all'INPS  Le istruzioni per la richiesta dell'agevolazione sono contenute nelle circolari INPS n. 131 del 17 settembre 2013 e n. 138 del 27 settembre 2013.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >