Quesiti Operativi

Trasferta, spese e indennità

Visualizzazione ZEN
 

Un’azienda di impiantistica industriale con contratto metalmeccanico industria, avente sede a Salerno e cantieri lavorativi sparsi per l'Italia, ha accettato un lavoro a Trieste con durata di un anno. Ai dipendenti con residenza a Salerno è stata fatta una proposta di trasferimento temporaneo al nord, che loro hanno accettato; nell'accordo è stato indicato che continueranno a svolgere le stesse mansioni ed a percepire lo stesso trattamento economico indicato nella lettera di assunzione, in quanto tutte le spese di viaggio, vitto e alloggio saranno a carico della società e sulla busta paga non è stata riconosciuta l'indennità di trasferta. È legittimo tale comportamento o l'azienda deve riconoscere in busta paga anche l'indennità di trasferta, oltre a sobbarcarsi tutte le spese per il trasferimento, vitto e alloggio di tali dipendenti?

Leggi dopo

Le Bussole correlate >