Quesiti Operativi

Licenziamento e agevolazione prevista dalla legge Fornero

 

Nel gennaio 2017 una donna disoccupata da più di 24 mesi è stata assunta da un'azienda che ha usufruito dell’agevolazione prevista dalla legge n. 92/2012, ossia lo sgravio contributivo del 50% per 18 mesi. Tale agevolazione si è conclusa a luglio 2018. Nel caso in cui il datore di lavoro licenzi la lavoratrice per motivi non ricollegabili alla giusta causa o al giustificato motivo, dovrà essere restituita l’agevolazione? 

 

 

La legge n° 92 del 2012, cosidetta legge Fornero, che istituisce lo sgravio contributivo del 50% per le donne disoccupate da più di 24 mesi, non fa riferimento al recupero delle somme non versate in caso di licenziamento, sia per giusta causa che per giustificato motivo oggettivo o soggettivo.

Non è quindi prevista una clausola anti-licenziamento e  non sarà necessaria la restituzione dell'agevolazione.

Nel quesito non vengono comunque chiarite le motivazioni per le quali avviene il licenziamento, non ricadendo nella fattispecie della giusta causa e neanche in quella del giustificato motivo.

 

Leggi dopo