Quesiti Operativi

Demansionamento per inidoneità e aspetto retributivo

 

In deroga a quanto previsto dall’art. 2103 c.c., la giurisprudenza ha ammesso in alcuni casi la possibilità di una modifica peggiorativa delle condizioni di lavoro quando vi sia sopravvenuta inidoneità del lavoratore allo svolgimento delle mansioni precedenti per ragioni di salute o allo scopo di evitare un licenziamento per giustificato motivo oggettivo, ovvero in presenza di una richiesta del lavoratore. Alla luce di ciò, è possibile demansionare un lavoratore anche sotto l'aspetto retributivo, qualora venga accertata dal medico l'inidoneità fisica a svolgere le consuete mansioni?

Leggi dopo