Quesiti Operativi

Collocazione oraria dei riposi per allattamento

Una dipendente che fruisce dei riposi allattamento può unilateralmente deciderne la collocazione oraria oppure questa scelta, ascoltata la richiesta della dipendente, spetta al datore di lavoro, come nel caso delle ferie?

 

Gli artt. 39 e seguenti del D.lgs. 151/2001 disciplinano i riposi giornalieri spettanti ai genitori per allattamento, stabilendo che il datore di lavoro deve consentire alle lavoratrici madri, durante il primo anno di vita del bambino, due periodi di riposo anche cumulabili durante la giornata, ridotto ad un'ora quando l'orario giornaliero di lavoro è inferiore a sei ore.

 

 

La decisione sulle modalità di godimento essendo collegate alle necessità del neonato sono legate alla richiesta della lavoratrice che dovrà concordarla con il datore di lavoro.

 

In caso di mancato accordo sarà l’Ispettorato del lavoro a decidere le modalità di fruizione.

 

 

La lavoratrice non ha l'obbligo di richiedere le ore di riposo per allattamento ma se vi rinuncia non avrà diritto a nessun trattamento economico sostitutivo.

 

Leggi dopo

Le Bussole correlate >