News

Violazione dell’orario di lavoro, il giudizio favorevole può estendersi anche al coobbligato

L’Ispettorato del Lavoro, con la Circolare n. 11 pubblicata ieri, ha fornito chiarimenti in merito alla Circolare del MinLav prot. n. 37/12552 del 10 luglio 2014 riguardante la pronuncia della Corte Costituzionale n. 153/2014 in materia di violazioni sull’orario di lavoro.  

 

Infatti, in seguito alle numerose richieste pervenute, l’INL chiarisce che, ai sensi dell’art. 6, comma 3, L. n. 689/1981 e dell’art. 1306, comma 2, c.c., la “rideterminazione degli importi scaturiti dalle violazioni della disciplina sull’orario di lavoro può interessare anche il coobbligato che non ha presentato opposizione all’ordinanza ingiunzione, qualora il giudizio instaurato dall’altro condebitore fosse stato ancora pendente o la sentenza non fosse ancora passata in giudicato al momento del deposito della sentenza della Corte Costituzionale n. 153/2014”.  

Leggi dopo