News

Versamento parziale dei contributi e pensione di vecchiaia dell'avvocato

L’avvocato, iscritto alla Cassa Forense, può mantenere la pensione di vecchiaia anche se non ha pagato tutti i contributi (Cass. 21 novembre 2019 n. 30421).

 

Secondo i giudici della Cassazione, nessuna norma della previdenza forense prevede che la parziale omissione del versamento dei contributi determini la perdita o la riduzione dell’anzianità contributiva e dell’effettività di iscrizione alla Cassa, mentre viene previsto solo il pagamento di somme aggiuntive.

Nessuna disposizione della legge professionale prescrive la regola di un minimale per la pensionabilità, come invece è previsto per i lavoratori dipendenti. È quindi escluso che il riferimento all’effettiva contribuzione (art. 2 L. 576/80) possa essere interpretato nel senso che il versamento parziale determini la riduzione o la perdita dell’anzianità.

 

Leggi dopo