News

Trattamento economico dei professori che svolgono assistenza sanitaria: precisazioni

A seguito delle indicazioni fornite sugli obblighi d’iscrizione e contribuzione dei professori, ricercatori e figure equiparate che svolgono attività di assistenza sanitaria presso aziende ospedaliero-universitarie (vedi nostra news), l’INPS precisa le modalità di gestione di due tipologie di trattamenti, aggiuntivi rispetto a quelli dell’università, erogati per le responsabilità connesse ai diversi tipi di incarico e ai risultati ottenuti (art. 6, c. 1, D.Lgs. 517/99):

  • la retribuzione di posizione connessa alle responsabilità dell’incarico attribuito, essendo considerata come parte aggiuntiva del trattamento economico fondamentale, è valutabile ai fini pensionistici in quota A) senza la maggiorazione del 18%, mentre la retribuzione della posizione variabile aziendale concorre a determinare la quota B);
  • l’indennità di esclusività, che, in quanto distinta dalla retribuzione e connessa al rapporto di lavoro, viene corrisposta con importi fissi a prescindere dai risultati ottenuti, rientra tra le voci retributive di quota A) senza la maggiorazione del 18%.

 

 

Leggi dopo

Le Bussole correlate >