News

Studi professionali: maggiori tutele ai lavoratori dipendenti

La Fondazione Nazionale Commercialisti ha pubblicato il Documento di ricerca "Operatività del Fondo di integrazione salariale per i dipendenti degli studi professionali", alla luce dell'Accordo siglato il 3 ottobre 2017 tra ConfprofessioniFilcams CIGLFisascat CISL e Utilucs.

 

Il suddetto Accordo istituisce un Fondo bilaterale di solidarietà finalizzato ad offrire ai lavoratori dipendenti di studi professionali, in caso di sospensione o riduzione dell'attività lavorativastrumenti di tutela del reddito.

 

La FNC precisa che la pubblicazione del Documento in esame rappresenta un primo passo verso l'emanazione di un apposito Decreto ministeriale con cui verrà costituito e reso effettivamente operativo il suddetto Fondo presso l'INPS.

 

A tal proposito, si legge nell'abstract del Documento:

"L'analisi si sviluppa lungo le "direttrici" pubblico e privato, differenziando gli strumenti a sostegno del reddito del sistema pubblico di protezione da quelli strettamente privatistici.

È riconducibile al sistema pubblico il costituendo Fondo di solidarietà per il settore delle attività professionali, ma nell'attesa del suo incardinamento presso l'INPS i professionisti datori di lavoro possono esclusivamente accedere alle prestazioni del Fondo di integrazione salariale, qualora in possesso delle relative prerogative di legge."

 

La Fondazione definisce il Fondo come uno strumento di welfare negoziale categoriale, mediante cui si inizia a compiere una complessiva ricognizione degli ammortizzatori sociali a sostegno di professionisti, datori e dipendenti in ipotesi di disoccupazione "latente", oppure nei casi di riduzione o sospensione dell'attività lavorativa.

 

L'analisi compiuta in merito dai commercialisti è strutturata in tre approfondimenti, che verranno divulgati mediante la pubblicazione di appositi focus relativi a:

  • sistema attuale di protezione pubblico per i lavoratori degli studi professionali;
  • funzionamento del Fondo bilaterale di solidarietà per il settore delle attività professionali;
  • sistema privatistico di ammortizzatori sociali sviluppato mediante la contrattazione collettiva.
Leggi dopo