News

Sisma, nuovi codici tributo per le agevolazioni di imprese e titolari di reddito di lavoro autonomo

La Risoluzione n. 45/E firmata ieri dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate approva i nuovi codici tributo che dovranno essere utilizzati, tramite modello F24, per fruire delle agevolazioni a favore delle imprese e dei titolari di reddito di lavoro autonomo localizzati nella zona franca urbana istituita nei comuni delle regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici che si sono susseguiti a far data dal 24 agosto 2016. L’ultima Legge di Bilancio (art. 1, comma 745) ha, infatti, esteso le agevolazioni fiscali e contributive previste dall’art. 46, D.L. n. 50/2017 ai soggetti che hanno la sede principale o l'unità locale nei Comuni delle regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo di cui all'allegato 2 del D.L. n. 189/2016, che hanno subito nel periodo dal 1° novembre 2016 al 28 febbraio 2017 una riduzione del fatturato almeno pari al 25% rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente.

 

I nuovi codici istituiti sono:

  • Z149” - denominato “ZFU CENTRO ITALIA - Agevolazioni alle imprese e ai titolari di reddito da lavoro autonomo per riduzione versamenti - art. 1, comma 745, della Legge n. 205/2017”;
  • Z150” - denominato “ZFU CENTRO ITALIA - Agevolazioni alle imprese individuali e familiari per riduzione versamenti – art. 1, comma 746, della Legge n. 205/2017”.

 

In sede di compilazione del modello di pagamento F24, i nuovi codici tributo sono esposti nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”, ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”. Il campo “anno di riferimento” è valorizzato con l’anno d’imposta per il quale è riconosciuta l’agevolazione, nel formato “AAAA”.

Leggi dopo