News

Regime forfettario e ritenute sui lavoratori dipendenti

Anche i contribuenti che applicano il regime forfettario, o che applicheranno il nuovo regime sostitutivo delle imposte sui redditi e dell’IRAP a partire dal 2020, che si avvalgono dell’impiego di dipendenti e collaboratori, devono effettuare le ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e sui redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (art. 1, co. 69, L. 190/2014).

L'obbligo è stato introdotto con efficacia retroattiva dal Decreto Crescita e trova applicazione a decorrere dal 1° gennaio 2019 (art. 6 DL 34/2019 conv. in L. 58/2019).

 

Il nuovo regime, così come modificato dalla Legge di Bilancio 2019 (art. 1, co. 9, L. 145/2018), ha confermato la possibilità anche per i contribuenti in regime forfettario di avvalersi dell’impiego di dipendenti e collaboratori, eliminando la soglia di € 5.000 delle spese sostenute per l’impiego di lavoratori.

 

Le novità relative alle ritenute si applicano anche ai contribuenti che ricadono nel nuovo regime sostitutivo applicabile, a decorrere dal 1° gennaio 2020, in caso di ricavi o compensi che vanno da  65.001 a € 100.000 (art. 1, co. 17-22, L. 145/2018).

Il nuovo regime, aperto a imprenditori individuali, artisti e professionisti, prevede un'aliquota sostituiva al 20%.

Leggi dopo