News

Proroga incentivo Occupazione Neet, indicazioni INPS

La Circolare INPS 17 aprile 2019, n. 54, chiarisce le modalità di fruizione dell’incentivo “Occupazione Neet”, prorogato per tutto il 2019 (vedi nostra news), fermo restando le indicazioni fornite dallo stesso Istituto con la Circolare n. 48/2018 (vedi nostra news).

 

L’agevolazione ha lo scopo di favorire l’occupazione dei giovani dai 16 ai 29 anni che non siano inseriti in un percorso di studio o formazione.

 

Per l’anno 2019 le risorse stanziate per l’incentivo sono state incrementate di ulteriori 60 milioni di euro.

 

L’incentivo è riconosciuto per:

  • assunzioni a tempo indeterminato;

  • assunzioni a scopo di somministrazione;

  • rapporti di apprendistato professionalizzante;

  • rapporti di lavoro subordinato con una cooperativa di lavoro.

Mentre è espressamente escluso per:

  • assunzioni con contratti di lavoro domestico;

  • assunzioni con contratti di lavoro intermittente;

  • prestazioni di lavoro occasionale;

  • rapporti di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore;

  • contratti di apprendistato di alta formazione e ricerca.

 

L’agevolazione è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi all’INAIL, per un importo massimo mensile pari a 671,66 euro (proporzionalmente ridotto per i rapporti di lavoro part-time). Nei casi di assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato entro 6 mesi dalla cessazione del precedente contratto a termine, si applica la restituzione del contributo addizionale dell’1,40% prevista per i contratti a tempo determinato (art. 2, co. 30, L. n. 92/2012).

 

L’incentivo è fruibile entro il termine di decadenza del 28 febbraio 2021 e non è cumulabile con altri incentivi all’assunzione di natura economica o contributiva, fatta eccezione per l’incentivo all’occupazione giovanile ex art. 1, co. 100, L. n. 205/2017.

 

Per l’ammissione all’incentivo, il DD ANPAL n. 3/2018 prevede un particolare procedimento di presentazione della domanda, secondo il quale il datore di lavoro deve presentare l’istanza di prenotazione dell’incentivo (sottoposta alla valutazione dell’INPS) e comunicare entro 10 giorni l’avvenuta assunzione.

La fruizione del beneficio potrà avvenire mediante conguaglio/compensazione nelle denunce contributive (Uniemens, ListaPosPA o DMAG) e il datore di lavoro dovrà avere cura di non imputare l’agevolazione a quote di contribuzione non oggetto di esonero.

 

I datori di lavoro autorizzati esporranno, a partire dal flusso Uniemens di competenza aprile 2019, i lavoratori per i quali spetta l’incentivo valorizzando l’elemento <Imponibile> e l’elemento <Contributo> della sezione <DenunciaIndividuale>, indicando la contribuzione piena calcolata sull’imponibile previdenziale del mese.

I dati esposti nell’Uniemens saranno poi riportati dall’INPS nel DM2013 “VIRTUALE”.

 

Il datore di lavoro agricolo, al momento della prenotazione dell’incentivo occupazionale attraverso il portale delle agevolazioni, dovrà indicare, oltre alla retribuzione lorda mensile media, l’aliquota contributiva a suo carico al netto degli eventuali esoneri per zone svantaggiate e/o montane, e potrà beneficiare dell’incentivo a decorrere dalla denuncia DMAG di competenza del secondo trimestre 2019.

 

La Circolare INPS indica inoltre le modalità di esposizione nel flusso Uniemens sezione <ListaPosPA> dei dati di fruizione dell’Incentivo Occupazione Neet e dei dati di fruizione in cumulo con l’esonero ex L. n. 205/2017.

 

Per la rilevazione contabile dell’incentivo si istituiscono nuovi conti suddivisi per tipologia di agevolazione:

  • GAW32175 (codici tipo incentivo “NE19” e “NEGE”);

  • GAW32176 (codici tipo incentivo “NEDE” E “NEC9”).

Leggi dopo