News

Precisazioni INPS nuovo elemento Uniemens assenze per malattia

Con Messaggio 27 febbraio 2019, n. 803, l’INPS ha comunicato l’istituzione del nuovo elemento Uniemens <TipoRetrMal> per distinguere il tipo di trattamento retributivo che il datore di lavoro garantisce al lavoratore in caso di assenza per malattia (vedi nostra news).

 

Per agevolare l’organizzazione degli elementi informativi da parte dei datori di lavoro e agli incaricati alla previdenza, l’INPS fornisce precisazioni, con il Messaggio 10 aprile 2019, n. 1475, sull’utilizzo e sulla compilazione del nuovo elemento.

 

Le nuove modalità di compilazione del flusso Uniemens, con la valorizzazione dell’elemento <TipoRetrMal> inserito nella sezione “DenunciaIndividuale”, sono rinviate ai periodi di competenza del mese di maggio 2019.

 

L’elemento <TipoRetrMal> si riferisce solamente all’obbligo o meno del datore di lavoro e non alle singole vicende relative alla malattia nel periodo di riferimento. Quindi deve essere compilato ricorrentemente in tutti i flussi Uniemens di ciascuna mensilità, a prescindere dal verificarsi o meno della malattia e dalla effettiva presenza o meno del lavoratore nel periodo denunciato.

 

Per l’individuazione del codice da utilizzare, occorrerà riferirsi alle previsioni del contratto collettivo o del contratto individuale.

 

La compilazione del nuovo elemento, a decorrere dai periodi di competenza maggio 2019, è obbligatoria per tutte le aziende DM, comprese quelle che impiegano lavoratori iscritti a fondi diversi dal Fondo pensioni lavoratori dipendenti, se sussistono i presupposti.

 

La corresponsione durante la malattia della normale retribuzione comporta che ai lavoratori la tutela economica previdenziale della malattia non possa essere in concreto riconosciuta. Infatti in caso di malattia, la tutela viene garantita ai soli lavoratori che risultino essere destinatari delle norme vigenti in materia di assicurazione economica di malattia e che non percepiscano la normale retribuzione in forza del contratto collettivo.

Dunque non è possibile per il datore di lavoro recuperare il trattamento economico pagato al lavoratore in caso di malattia, in virtù dell’adempimento di un obbligo contrattuale, essendo effettuato non a titolo di anticipazione dell’indennità a carico dell’INPS.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >