News

Persone con disabilità: linee guida per i progetti di inclusione sociale

Il MinLav ha pubblicato sul proprio sito istituzionale, nella sezione Pubblicità Legale, il DD n. 669 del 28 dicembre 2018, con il quale si forniscono le linee guida per la presentazione di progetti in materia di vita indipendente ed inclusione sociale di persone con disabilità per l’anno 2018.

 

Il decreto presenta innanzitutto il contesto normativo nazionale ed internazionale riguardante le politiche per la disabilità e la definizione di vita indipendente e di inclusione nella società per i disabili.

Ruolo importante per l’implementazione delle normative e convenzioni è riservato alle Regioni, mentre alle Agenzie per la vita indipendente il compito di attuare i programmi di azione.

 

L’obiettivo delle Linee Guida è quello di proseguire lo sviluppo condiviso di promozione della vita indipendente, lavorando sull’omogeneità a livello nazionale.

 

Fondamentale per l’attuazione delle misure di sostegno e servizio per il supporto del progetto di vita della persona con disabilità e la sua inclusione è la figura dell’assistente personale, che deve essere liberamente scelto dal disabile, a cui si fa riferimento al CCNL del 20 febbraio 2014 che disciplina il rapporto di lavoro domestico.

La formazione dell’assistente personale deve essere svolta dalle Agenzie per la vita indipendente.

 

Per quanto riguarda la lotta ad ogni forma di isolamento e segregazione, le Regioni dovranno favorire, anche a livello finanziario, la programmazione di progetti integrati di abitazione, formazione, lavoro e socialità, per garantire l’autonomia.

 

È richiesto l’impegno delle diverse organizzazioni del Terzo Settore per interventi di welfare comunitario e per nuove forme durevoli di inclusione.

 

Gli interventi devono avere durata di 12 mesi, e il finanziamento messo a disposizione dal MinLav è pari a 15 milioni di euro per l’anno finanziario 2018.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >