News

Parlamento lavori in corso all'8 ottobre 2019

Sommario

Schema riepilogativo | Tutela del lavoro e risoluzione di crisi aziendali |

Schema riepilogativo

Argomento

Provvedimento

Assegnato

Già approvato

Prossime fasi

N. atto

Disciplina dei rapporti di lavoro dei “riders”, di accesso alla DISCOLL e di risoluzione di crisi aziendali

Conversione in legge del decreto-legge 3 settembre 2019, n. 101, recante disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali

Comm. X Industria, commercio e turismo

Comm. XI Lavoro

 

Approvazione Comm. e Aula Senato

Esame e approvazione Comm. e Aula Camera

S. 1464*

Coordinamento e armonizzazione delle disposizioni in materia di lavoro

Delega al Governo per la semplificazione e la codificazione in materia di lavoro

Comm. XI Lavoro

 

Approvazione Comm. e Aula Senato

Approvazione Comm. e Aula Camera

S. 1338

Salario minimo orario

Istituzione del salario minimo orario

Comm. XI Lavoro

 

Approvazione Comm. e Aula Senato

Approvazione Comm. e Aula Camera

S. 310

Contributi previdenziali dei lavoratori che svolgono attività sindacale

Abrogazione dei commi 5 e 6 dell'articolo 3 del decreto legislativo 16 settembre 1996, n. 564, in materia di contribuzione previdenziale per i lavoratori che svolgono attività sindacale

Comm. XI Lavoro

 

Approvazione Comm. e Aula Senato

Approvazione Comm. e Aula Camera

C. 294

Modifiche contrattuali del personale diplomatico in sedi all’estero e trattamento retributivo

Modifiche al titolo VI del decreto del Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n. 18, in materia di personale assunto a contratto dalle rappresentanze diplomatiche, dagli uffici consolari e dagli istituti italiani di cultura

Comm. XI Lavoro

 

Esame e approvazione Comm. e Aula Camera

Esame e approvazione Comm. e Aula Senato

A.C. 1027

Rappresentanza sindacale nei luoghi di lavoro, organizzazioni sindacali e contratti collettivi di lavoro

Norme in materia di rappresentanza sindacale nei luoghi di lavoro, di rappresentatività delle organizzazioni sindacali e di efficacia dei contratti collettivi di lavoro, nonché delega al Governo per l'introduzione di disposizioni sulla collaborazione dei lavoratori alla gestione delle aziende, in attuazione dell'articolo 46 della Costituzione

Comm. XI Lavoro

Camera

 

 

Approvazione Comm. e Aula Senato

Approvazione Comm. e Aula Camera

 

A.C. 707

Rappresentatività delle organizzazioni sindacali

Norme sull'accertamento della rappresentatività delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro privati

Comm. XI Lavoro

 

 

 

 

 

 

 

Approvazione Comm. e Aula Senato

Approvazione Comm. e Aula Camera

 

 

 

A.C. 788

 

 

 

 

Governance degli Enti pubblici previdenziali (INPS e INAIL)

Modifiche al decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 479, concernenti l'ordinamento e la struttura organizzativa dell'Istituto nazionale della previdenza sociale e dell'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro

 

 

Comm. XI Lavoro (Comitato ristretto)

 

 

 

Approvazione Comm. e Aula Senato

Approvazione Comm. e Aula Camera

 

C. 479

C. 1158

 

Vigilanza e sicurezza sul lavoro, assicurazione contro infortuni e malattie professionali

Modifiche al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, e altre disposizioni concernenti la vigilanza e la sicurezza sul lavoro nonché prevenzione e assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali

Comm. XI Lavoro

 

 

 

Approvazione Comm. e Aula Senato

Approvazione Comm. e Aula Camera

 

A.C. 1266

 

Tutela del lavoro e risoluzione di crisi aziendali

Prosegue l’esame nella Commissione XI Lavoro del Senato del DDL “Conversione in legge del decreto-legge 3 settembre 2019, n. 101, recante disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali” (S. 1464).

 

Il decreto prevede le tutele del lavoro subordinato per i “riders” impiegati in maniera continuativa e una serie di diritti inderogabili (divieto di cottimo, paga minima oraria, tutele previdenziali) per coloro che lavorano in maniera occasionale e discontinua.

 

Tra i più significativi emendamenti discussi in Commissione ci sono:

  • l’applicazione della disciplina del lavoro subordinato anche ai rapporti di collaborazione organizzati con piattaforme digitali, con l’esclusione dei lavoratori titolari di partita IVA;
  •  la determinazione del corrispettivo per i “riders” in base alle consegne effettuate, purché venga garantito un corrispettivo definito per ogni ora nella quale essi accettano almeno una consegna;
  • la determinazione progressiva del corrispettivo per i “riders” in base alla produttività, purché venga garantito un corrispettivo definito per ogni ora nella quale essi accettano almeno una consegna;
  • la disposizione secondo cui i contratti collettivi possono definire schemi retributivi modulari e incentivanti, che tengano conto delle modalità di svolgimento della prestazione e dei diversi modelli organizzativi;
  • il riconoscimento del corrispettivo orario a condizione che, per ciascuna ora lavorativa, il lavoratore accetti almeno una chiamata;
  • in tema di agevolazioni per le imprese agricole in stato di crisi, la riduzione contributiva per zone tariffarie nel settore dell'agricoltura, per l'anno 2019 (art. 1, c. 45, L. 220/2010), opera nella misura del 75% nei confronti delle imprese agricole che hanno subito danni accertati dovuti a calamità naturali o ad eventi naturali improvvisi, nonché ai quei comparti del settore agricolo a cui è stato riconosciuto lo stato di crisi dovuto al crollo del prezzo di vendita del prodotto;
  • gli enti previdenziali privati devono promuovere misure di sostegno all’attività professionale e all’inserimento dei giovani professionisti nel mondo del lavoro e di welfare;
  • gli enti previdenziali privati devono istituire degli organismi per il monitoraggio dell’andamento delle misure di welfare e delle dinamiche di correlazione dei redditi;
  • l’avvio da parte dell’ANPAL di procedure per la stabilizzazione del personale precario già impiegato con contratti di lavoro a tempo determinato e di collaborazione in forza al 28 gennaio 2019. Sono compresi i lavoratori i cui contratti a tempo determinato sono scaduti dal mese di luglio 2018 e che non sono stati stabilizzati.

 

Il provvedimento sarà discusso la settimana prossima dal Senato in aula.

Leggi dopo