News

Lavoro intermittente per manodopera stradale straordinaria

Il Ministero del Lavoro, attraverso l'Interpello del 13 luglio 2017, n. 1, ha avuto modo di pronunciarsi positivamente in merito all'applicazione del contratto di lavoro intermittente per gli operai edili impiegati in lavori discontinui di manutenzione stradale straordinaria.

 

L'Interpello in commento costitutisce la risposta ad una richiesta di Confartigianato, la quale domandava se fosse possibile estendere l'applicazione del contratto di lavoro intermittente anche a figure professionali quali manovali, muratori, asfaltisti, autisti e conducenti di macchine operatrici che svolgono la propria attività con carattere discontinuo nell’ambito di appalti per lavori di manutenzione stradale straordinaria in forza di determinati ordini di servizio impartiti dal committente, ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81.

 

Il Ministero, nel rispondere al quesito, ha preliminarmente ricordato la definizione di lavoro intermittente, ex citato art. 13, osservando come, nell’ipotesi in esame, in assenza di specifiche previsioni contemplate dalla contrattazione collettiva di riferimento, possa farsi riferimento alle attività indicate al n. 32 della tabella allegata al R.D. n. 2657/1923 (così come indicato dal Decreto del Ministro del Lavoro del 23 ottobre 2004), che non riporta alcuna distinzione in ordine alle tipologie di manutenzione stradale (ordinaria/straordinaria), a condizione che le relative figure professionali siano effettivamente adibite per lo svolgimento di lavori di manutenzione stradale, siano essi ordinari o straordinari.

Leggi dopo