News

Lavoratori subordinati in Paesi extra UE, calcolo delle retribuzioni convenzionali

L’INAIL, con la Circolare n. 15 di ieri, fornisce le necessarie istruzioni operative per la tutela dei lavoratori occupati in Paesi extracomunitari non aderenti ad accordi di sicurezza sociale. Per quest’ultimi, la copertura assicurativa viene attuata mediante il pagamento di un premio calcolato sulla base delle retribuzioni convenzionali, fissate annualmente con apposito decreto.

 Le sopradette retribuzioni riguardano solo i contratti di lavoro subordinato, con conseguente esclusione di altre categorie, come le collaborazioni coordinate e continuative, per le quali l’ammontare del premio è parametrato sui compensi effettivamente percepiti  a seguito dell’operato svolto.

 

 

Dunque, con la Circolare in esame, si indica l’ambito territoriale di applicazione della retribuzione convenzionale e, nello specifico, si escludono da esse:

  • gli Stati membri dell’Unione Europea;
  • gli Stati ai quali si applica la normativa comunitaria;
  • gli Stati con i quali sono state stipulate convenzioni di sicurezza sociale.

 

Tali retribuzioni sono frazionabili in 26 giornate nei casi di assunzioni, risoluzioni e trasferimenti da o per l’estero. Per tutto l’anno in corso, inoltre, sono state disposte delle tabelle grazie alle quali è possibile eseguire il calcolo dei premi sopradetti.

Leggi dopo