News

Lavoratore assente alla visita controllo: multato anche se il figlio è in ospedale

Il lavoratore che risulta assente alla visita fiscale può essere multato anche se ha il figlio in ospedale (Cass. 1° ottobre 2019 n. 24492).

 

I giudici della Sezione Lavoro hanno dichiarato inammissibile il ricorso presentato da un lavoratore, assente alla visita medica di controllo domiciliare effettuata dall’INPS senza alcuna preventiva comunicazione dell’assenza.

Il dipendente si è difeso con il giustificato motivo di essersi recato al pronto soccorso per accompagnare il figlio con problemi di salute.

La Corte Territoriale aveva ritenuto che l’assenza del ricorrente non fosse comunque giustificata: il lavoratore infatti si era recato in ospedale nel corso della notte, ma la visita del medico fiscale era giunta alle 11.30 del mattino. 

 

Secondo la Cassazione, il giustificato motivo di esonero del lavoratore in stato di malattia dall’obbligo di reperibilità a visita domiciliare di controllo non ricorre soltanto nelle ipotesi di forza maggiore, ma corrisponde ad ogni fatto che, alla stregua del giudizio medio e della comune esperienza, può rendere plausibile l’allontanamento del lavoratore dal proprio domicilio, senza potersi peraltro ravvisare in qualsiasi motivo di convenienza od opportunità, dovendo pur sempre consistere in una improvvisa e cogente situazione di necessità che renda indifferibile la presenza del lavoratore in luogo diverso dal proprio domicilio durante le fasce orarie di reperibilità.

Leggi dopo