News

L’INPS non può disattendere un proprio precedente parere in materia di computo dei contributi

 

Nell’ipotesi in cui l’INPS abbia fornito all’assicurato una erronea indicazione (in eccesso) del numero dei contributi versati, solo apparentemente sufficienti per fruire della pensione di anzianità, il danno sofferto dall’assicurato per la successiva interruzione del rapporto di lavoro è riconducibile a responsabilità contrattuale dell’Istituto.

Leggi dopo