News

Indennizzo per la cessazione dell’attività commerciale: istruzioni operative

Dal 1° gennaio 2019 i soggetti che esercitano, in qualità di titolari o coadiutori, attività commerciale al minuto in sede fissa, anche abbinata ad attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, o che esercitano attività commerciale su aree pubbliche, hanno diritto ad un indennizzo erogato dall’INPS per la cessazione definitiva dell’attività commerciale (art. 1, c. 283 e 284, L. 145/2018).

 

Il campo di applicazione dell’indennizzo è stato recentemente esteso (art. 11 ter DL 101/2019 conv. in L. 128/2019): a decorrere dal 3 novembre 2019 (data di entrata in vigore dalla predetta Legge) anche i soggetti che hanno cessato definitivamente la propria attività commerciale tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2018 possono presentare domanda di indennizzo.

 

La decorrenza del trattamento non può, comunque, essere anteriore al 1° dicembre 2019.

 

Le domande di indennizzo, rigettate dall’INPS con l’unica motivazione che il soggetto ha cessato definitivamente l’attività prima del 1° gennaio 2019, devono essere riesaminate dandone tempestiva comunicazione agli interessati.

Leggi dopo