News

INAIL: nuovo modulo per chiedere la rateazione dei premi sospesi per il sisma

Nei comuni del centro Italia colpiti dagli eventi sismici degli anni 2016 e 2017, i soggetti che intendono effettuare i versamenti dei premi assicurativi sospesi in forma rateale, devono presentare apposita domanda alla sede INAIL competente, utilizzando il nuovo modulo di domanda (All. 1, Circ. INAIL 18 ottobre 2019 n. 28).

 

Il nuovo modello sostituisce il precedente (Circ. INAIL 25 giugno 2019, n. 18) e recepisce la proroga della ripresa dei pagamenti sospesi al 15 gennaio 2020 (art. 8, c. 1, lett. b), DL 111/2019).

 

Entro tale data, il pagamento dei premi sospesi può essere effettuato in un’unica soluzione, oppure, in caso di rateizzazione, versando la prima rata.

 

In caso di rateizzazione, le rate:

  • possono essere massimo di 120;
  • devono essere di pari importo;
  • devono avere un'importo non inferiore a € 50,00.

Il primo pagamento deve essere effettuato entro il 15 gennaio 2020 e i successivi pagamenti devono essere effettuati entro il giorno 15 di ogni mese. Se la rata scade in un giorno festivo, il pagamento è tempestivo se effettuato il giorno seguente non festivo. È comunque facoltà degli interessati estinguere anticipatamente in qualsiasi momento la rateazione ex lege e versare in un’unica soluzione le somme dovute.

 

Entro il 15 gennaio 2020 devono essere riavviati i piani di ammortamento delle rateazioni concessi (art. 2, c. 11, DL 338/89 conv in L. 389/89) e tutte le rate sospese devono essere versate unitamente alla prima rata corrente.

 

Il versamento dei premi sospesi deve essere effettuato con modello F24, indicando nella sezione “Altri enti previdenziali e assicurativi” i numeri di riferimento riportati nell’All. 2, Circ. INAIL 18 ottobre 2019 n. 28. 

Leggi dopo

Le Bussole correlate >