News

Fondo Est e novità per l’assistenza sanitaria integrativa

Con la Circolare n. 12 del 12 marzo 2018, il Fondo Est, alla luce  della sottoscrizione dell’8 febbraio scorso dell’accordo per il rinnovo del CCNL per dipendenti da aziende dei settori dei pubblici esercizi, ristorazione collettiva, commerciale e del turismo, illustra le novità previste dallo stesso in materia di assistenza sanitaria integrativa.

 

Nel documento in analisi, oltre a ricordare l’obbligatorietà dell’iscrizione a Fondo Est delle aziende che applicano tale contratto, viene stabilito il diritto irrinunciabile dei lavoratori all’erogazione delle prestazioni sanitarie fornite dall’Ente stesso.

Il contributo ordinario mensile per i dipendenti a tempo indeterminato e per gli apprendisti in tali settori sarà pari a 11 euro a partire dal 1° febbraio 2018, mentre, a partire dal 1° gennaio del prossimo anno, verrà aumentato a 12 euro.

 

Sono invariate invece le quote una tantum, distinguibili in:

  • 8 euro per i lavoratori a tempo parziale;
  • 15 euro per i lavoratori a tempo pieno.

 

Si precisa, inoltre, che l’azienda che ometta il versamento di tali quote deve erogare al lavoratore 16 euro per quattordici mensilità a titolo di indennità sostitutiva che, in ogni caso, non esonera il datore dall’obbligo di garantire al lavoratore le prestazioni sanitarie.

Leggi dopo