News

Fatturazione elettronica tra privati: le FAQ della Fondazione Studi CdL

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, con la Circolare n. 12/2018, ha predisposto delle FAQ nelle quali approfondisce gli aspetti più delicati della fatturazione elettronica tra privati.
Quest’ultima, introdotta dalla Legge di Bilancio 2018 (art. 1, co. 917, L. n. 205/2017), entrerà in vigore dal 1° gennaio 2019.

Tuttavia, l’adempimento è anticipato al 1° luglio 2018 per le fatture relative a cessioni di benzina o gasolio destinate ad essere utilizzate come carburanti per motori, nonché per quelle prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese, nell'ambito di un contratto di appalto stipulato con una Pubblica Amministrazione.

 

Le 24 FAQ inserite nel documento della Fondazione hanno lo scopo di fornire un supporto operativo ai professionisti in vista del nuovo adempimento.

 

Tra le altre cose, la Circolare chiarisce:

  • le operazioni rientranti nel nuovo obbligo di emissione della fattura elettronica a partire dal 1° luglio;
  • il contenuto della fattura elettronica;
  • le condizioni per poter dedurre il costo del carburante ai fini delle imposte dirette per detrarre l’IVA;
  • le modalità di pagamento che permettono la detraibilità dell’IVA e la deducibilità del costo;
  • il ruolo riservato ai Consulenti del Lavoro in materia di fatturazione elettronica;
  • come il cliente può delegare il Consulente del Lavoro all’attività di consultazione ed estrazione delle fatture elettroniche;
  • quali strumenti può utilizzare il contribuente con partita IVA per comunicare i propri dati al momento del rifornimento carburante;
  • le modalità per individuare ai fini fiscali la data di emissione e la data di ricezione della fattura.
Leggi dopo