News

Donne vittime di violenza, sgravi contributivi a chi le assume

Pubblicato nella GU n. 147 del 27 giugno il Decreto del MinLav 11 maggio 2018 relativo agli “Sgravi contributivi per l’assunzione delle donne vittime di violenza di genere”.

 

Ai sensi dell’art. 1, comma 220, L. n. 2015/2017, infatti, viene riconosciuto alle Cooperative sociali l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL nel limite massimo di 350 euro, su base mensile, per quei datori che assumano con contratto a tempo indeterminato a partire dal 1° gennaio 2018 ed entro il 31 dicembre dello stesso anno donne vittime di violenza di genere inserite in percorsi di protezione, certificati dai centri di servizi sociali del Comune di residenza o dai centri anti-violenza o dalle case-rifugio di cui all’art. 5-bis, D.L. n. 93/2013, così come convertito dalla L. n. 119/2013.

 

Infine, il Decreto fornisce le modalità operative ai fini dell’accesso all’agevolazione, precisando che è concessa per gli anni 2018-2020 nel limite di spesa di un milione di euro.  

Leggi dopo