News

Distacco transnazionale: nuova legge di delegazione europea

Entro il prossimo 30 luglio 2020 dovrà essere recepita la direttiva comunitaria relativa al distacco dei lavoratori nell'ambito di una prestazione di servizi (Dir. 2018/957/UE, modificata dalla Dir. 1996/71/CE). Così prevede la Legge di delegazione europea approvata ieri in via definitiva dal Parlamento.

 

La direttiva dispone che la durata massima del distacco transazionale sia di un anno, con possibile proroga di 6 mesi.

 

Se la durata effettiva dei distacchi supera i 12 mesi, gli obblighi di applicazione delle norme interne e dei contratti collettivi o arbitrati riguarda anche le altre condizioni di lavoro, ad esclusione delle procedure, formalità e condizioni per la conclusione e la cessazione del contratto di lavoro e dei regimi pensionistici integrativi di categoria.

 

 

Qualora il datore di lavoro prestatore di servizi presenti una notifica motivata, lo Stato membro in cui è prestato il servizio estende il periodo a 18 mesi.

 

Nelle ipotesi di sostituzione con un altro lavoratore distaccato, si considera, ai fini del computo in oggetto, la durata complessiva dei periodi di distacco.

Leggi dopo